Blitz quotidiano
powered by aruba

Insulta vigili: arrestato anziano, sosia Beppe Grillo VIDEO

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

GENOVA – Sembra il sosia invecchiato di Beppe Grillo il povero Emanuele Rubino arrestato a 82 anni per aver insultato i vigili urbani di Genova. Nemmeno una parolaccia, nemmeno un “vaffa”, solo un “fannulloni”, accompagnato da un “vergognatevi” diretto in prima istanza ai vigili e, con loro, a sindaco e assessore al traffico da cui dipende la polizia municipale.

Il video della sceneggiata di Emanuele Rubino è stato caricato su Facebook da Guglielmo Bonanno. Dura esattamente 3 minuti e 51 secondi e si conclude con l’arrivo di una ambulanza della Croce celeste genovese che lo porta in ospedale, prima tappa verso il carcere. Le stesse cose dice Beppe Grillo ed è l’idolo delle folle, parla e straparla senza argini e raccoglie un voto ogni cinque elettori italiani.

La scena si svolge in una delle piazze più antiche di Genova, a ridosso del porto, all’ombra del palazzo di San Giorgio, prima banca della storia. In quella piazza succede di tutto, i neri aggrediscono carabinieri e polizia, di notte non ci si può circolare, di giorno regnano i mercati abusivi e lo spaccio, eppure, come ricorda la petizione che riportiamo sotto, per portare al pronto soccorso Emanuele Rubino e poi al carcere di Marassi, si sono mobilitati vigili, polizia, carabinieri, peggio che per uno militante Isis.

Il confronto con Grillo è ancora più impressionante di quello già stabilito con Aurelio De Laurentis, che, processato per una tiritera simile, è stato assolto, ma a Napoli dove presiede la squadra di calcio di cui è proprietario.

Il popolo di Internet, ricorda il Secolo XIX di Genova, Emanuele Rubino

“lo ha già assolto e lo considera una sorta di martire della «giustizia che colpisce solo chi non ha fatto niente» e delle odiatissime «multe della polizia municipale»”.

Emanuele Rubino assomiglia a Beppe Grillo in tutto tranne l’età e il fatto che è più magro. Parla come lui, con la stessa cocina genovese, la stessa aria furiosamente e perennemente mugugnosa (in italiano si direbbe incazzato, ma in genovese incazzato non esiste) e esprime gli stessi concetti: se la prende con i vigili fannulloni, col Comune e lo Stato che succhiano il sangue dei cittadini con le tasse e anche con le multe.

La vicenda di Emanuele Rubino è stata già ampiamente trattata. Riassumiamola, ricordando che

Rubino ha dichiarato che resterà in carcere e sconterà tutta la pena di 17 giorni che gli è stata inflitta, nonostante la famiglia ne abbia chiesto la scarcerazione per i suoi gravissimi problemi di salute.

Affidiamoci a Tommaso Fregatti e Marco Grasso del Secolo XIX:

“Lui, Emanuele Rubino, ambulante di 84 anni diventato inaspettatamente famoso per essere finito in carcere a scontare pochi giorni di condanna (originariamente aveva preso a male parole un vigile, anche se la vicenda è un tantino più complicata), adesso mostra tutto il suo orgoglio: «Voglio stare in cella, voglio scontare la mia pena fino all’ultimo giorno. Non voglio sconti, anche se non merito di stare in prigione. Non ho bisogno di nessuno e sopporterò anche questo»”.

Emanuela Rubino, figlia dell’anziano ambulante, ha raccontato come è iniziata la vicenda mentre era ospite di una trasmissione su Mediaset:

“«Era il 2011 e mio padre stava portando alcune cornici a mia sorella, che ha un negozio in centro storico. Aveva parcheggiato il furgone in piazza Raibetta, alla fine di via San Lorenzo».

Il mezzo è regolarmente autorizzato per il transito, ma la sosta è vietata. Tanto più che il camioncino viene lasciato davanti alla farmacia. La segnalazione, stando a quanto risulta alla polizia municipale, arriva dal farmacista (che, però, sostiene invece di non aver avvertito nessuno). In ogni caso, la conseguenza è una doppia multa all’ambulante: per il parcheggio e per la patente scaduta.

«Mio padre a quel punto ha perso le staffe – ricorda ancora la figlia – non perché ritenesse di aver ragione, ma perché si sentiva offesodall’atteggiamento arrogante di quel vigile, che non aveva nemmeno tolto gli occhiali da sole. A ciò si aggiungeva il senso di vessazione provato molte altre volte, quando era costretto a passare intere mattinate negli uffici della Municipale per dimostrare che gli continuavano a notificare sanzioni che aveva già pagato»”.

I vigili di Genova invece l’hanno presa proprio male, al punto che ci sono ora quasi

100 persone che rischiano di essere indagate per diffamazione a mezzo stampa dopo aver insultato sul web i vigili urbani, “rei” di aver fatto finire in prigione Emanuele Rubino. La storia di questo anziano di 84 anni malato, condannato a 17 giorni di carcere per aver insultato i vigili urbani che lo avevano multato a Genova, ha scatenato polemiche in rete e gli utenti hanno a loro volta insultato gli agenti”.

Ecco il testo della petizione, che pubblichiamo sperando che non chiamino anche noi al Commissariato.

Protesta contro i politici e gli ABUSI arrestato

Genovesi VI PREGO fate girare questo video il più possibile, fatelo per QUESTO GENOVESE CHE MERITA IL NOSTRO RISPETTO.QUEST’ UOMO DI 82 ANNI, HA MOSTRATO PIU CORAGGIO DI MOLTI ALTRI ITALIANI CHE SI FANNO SCHIACCIARE E INTIMIDIRE DA CHI CI GOVERNA !!!Questa è la prova che le istituzioni puniscono PESANTEMENTE chi osa affrontare il potere.

Ha 82 anni, pensionato con la minima, parcheggia CON I PERMESSI IN REGOLA in piazza della raibetta, UN VIGILE LO MULTA, inizialmente cerca di fargli capire che è in regola mostrando TUTTI I DOCUMENTI E I PAGAMENTI FINO ALL’ULTIMO, poi il vigile conferma la multa dicendo che lui non doveva stare li comunque.

E tutto questo mentre li regnava il mercatino del rubato, lo spaccio e tutto il resto… VI ASSICURIAMO CHE I PERMESSI LI AVEVA.Quando l’uomo si arrabbia, RICORDO CHE HA 82 ANNI, EX INFARTUATO IN DIALISI, intervengono CARABINIERI, POLIZIA, POLIZIA MUNICIPALE e le ambulanze. RIPETO…PARLIAMO DI UN UOMO INFARTUATO, che si sottopone a DIALISI.Ebbene, quest’uomo che ha dato dei fannulloni a SINDACO, ASSESSORE e tutta la gente che gira attorno a loro, OGGI STA SCONTANDO IL CARCERE e NON SI CAPISCE PER COSA.

Da ieri deve scontare 18 GIORNI DI CARCERE !!!CONDIVIDIAMO A BOMBA VOGLIO UN TERREMOTO DI INDIGNAZIONE Info al numero 3498890453 FACCIAMOLO USCIRE CONDIVIDIAMO

Se volete aiutarci nelle nostre battaglie invitate gli amici ad unirsi al blog cliccando su questo link https://m.facebook.com/send_page_invite/?pageid=549988845025372


PER SAPERNE DI PIU'