Blitz quotidiano
powered by aruba

VIDEO Valeria Marini esce da torta per 20 anni Porta a Porta

Valeria Marini esce da torta per i 20 anni di Porta a Porta. La shogirl si trasforma in Marilyn Monroe e canta "Happy Birthday" a Bruno Vespa.

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

 

ROMAValeria Marini si trasforma in Marilyn Monroe ed esce da una torta enorme portata nello studio di Porta a Porta. Il programma di approfondimento di Rai Uno compie venti anni   e la showgirl è la protagonista dei festeggiamenti: la Marini intona “Happy Birthday” al conduttore Bruno Vespa ma come fanno notare i siti, la Marini storpia la pronuncia della canzone e rischia anche di inciampare nel vestito da sirena.

Wikipedia racconta i momenti più importanti della trasmissione:

“Il primo ospite del giorno 22 gennaio 1996 fu Romano Prodi, il candidato alla Presidenza del Consiglio alle Elezioni politiche 1996 (che lo videro vittorioso), e fu così che la trasmissione aprì il primo ciclo. Si discuteva sulle elezioni del 1996.

“Il 23 gennaio dello stesso anno furono ospiti Massimo D’Alema e Gianfranco Fini. Si discuteva di politica, ma si parlava anche della satira.

Il 13 ottobre 1998, durante una puntata celebrativa del ventesimo anno di pontificato di Giovanni Paolo II, il pontefice intervenne spontaneamente durante la trasmissione con un collegamento telefonico.

Il 1º febbraio 2001 il ministro Katia Bellillo dopo mezz’ora di aspre discussioni e insulti reciproci si alza dalla poltrona agitando il dito di fronte alla parlamentare Alessandra Mussolini che la allontana con un calcio alla gamba provocando la reazione violenta del ministro Bellillo, che la colpisce al volto con il microfono. Questa puntata ha ottenuto il 52% di share.

L’8 maggio 2001, alla vigilia delle elezioni politiche nazionali, il futuro Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi scelse gli studi di Porta a porta per annunciare il suo celebre impegno programmatico con gli elettori, il cosiddetto “Contratto con gli Italiani”.

Nel 2003, il conduttore Vespa si collega con il Presidente dell’Unione Musulmani d’Italia Adel Smith, che lanciò pesanti anatemi contro Papa Wojtyla e contro il crocifisso. Il conduttore si oppose a Smith e chiuse frettolosamente il collegamento.

Il 14 aprile 2004 alle ore 22:10, venne ucciso dai rapitori l’ostaggio italiano Fabrizio Quattrocchi. La notizia fu diffusa in tutto il mondo in particolare dall’emittente araba Al Jazeera dal Cairo. Bruno Vespa dedicò una puntata alla morte di Quattrocchi, interrompendo alle ore 22:30 la serata dei David di Donatello, trasmesso su Rai 1. Tra gli ospiti c’era il ministro Franco Frattini, che di fronte alla domanda di Vespa ammise, nel corso della trasmissione, di avere notizia dell’uccisione di uno degli ostaggi.

Nel giugno del 2005, Bruno Vespa festeggia le 1000 puntate della trasmissione con una puntata intitolata Porta a Porta 1000. La stessa cosa succederà 3 anni dopo, quando la trasmissione festeggia per la prima volta in diretta la puntata numero 1500, che vedeva come ospiti: Al Bano, Stefania Prestigiacomo, Livia Turco, Valeria Marini e il professor Stefano Zecchi. Il Presidente della Repubblica emerito Francesco Cossiga era in collegamento per festeggiare la trasmissione.

Il 3 aprile 2006, Bruno Vespa conduce in prima serata il secondo confronto tra il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi e il capo de L’Ulivo Romano Prodi, in vista delle imminenti elezioni politiche. Il primo confronto era andato in onda il 14 marzo 2006 e fu condotto dall’allora direttore del TG1 Clemente Mimun; la trasmissione ottiene un enorme successo, con 16.129.000 spettatori e il 52,13% di share, ed è in assoluto la puntata più vista della storia di Porta a porta.

Il 15 gennaio 2008, Bruno Vespa dedica una puntata speciale di Porta a Porta in prima serata, parlando delle dimissioni dell’onorevole Clemente Mastella e dell’annullamento della visita all’Università “La Sapienza” di Roma di Papa Benedetto XVI. Nella puntata del 13 marzo 2008 dedicato alla sfida tra Berlusconi e Veltroni, ci fu un battibecco tra il conduttore Bruno Vespa e il senatore Franco Turigliatto, si allontanò dallo studio per non confrontarsi in un dibattito politico con Roberto Fiore di Forza Nuova.

Tra il 4 e il 5 novembre 2008 è andata in onda una puntata di Porta a Porta speciale dedicata alle elezioni politiche americane, dalla durata di sei ore e tre quarti. Vespa ha dedicato uno speciale di più giorni al terremoto che ha colpito l’Abruzzo la mattina del 6 aprile 2009. Da cittadino aquilano è andato in prima persona sui luoghi del disastro e si è impegnato affinché venisse ricostruita la Basilica di San Bernardino da parte del Monte dei Paschi di Siena.

Il 15 settembre 2009 in prima serata Bruno Vespa ha dedicato una puntata speciale alla consegna delle prime case ai terremotati d’Abruzzo, avvenuta il giorno stesso. Il fatto ha suscitato una forte polemica in quanto la trasmissione Ballarò, che doveva andare in onda su Rai 3, fu rinviata di due giorni, per non sovrapporre due trasmissioni di attualità lo stesso giorno e alla medesima ora; il fatto diede maggior risalto all’evento a cui partecipava in prima persona il premier Berlusconi; la trasmissione fece il 13% di ascolti.

Il 18 gennaio 2012 in prima serata è andata in onda una puntata speciale di Porta a Porta, riguardante la nave da crociera Costa Concordia, naufragata vicino l’Isola del Giglio il 14 gennaio 2012, in collaborazione con il TG1. Questa puntata ha ottenuto il 17,45% di ascolti. Il 26 aprile 2012 Porta a Porta festeggia le 2000 puntate. Il 19 maggio 2014 il capo del Movimento 5 Stelle Beppe Grillo torna dopo 21 anni in uno studio Rai e sceglie il programma di Bruno Vespa per la campagna elettorale delle elezioni Europee 2014. La trasmissione ottiene un successo notevole: 27% di share”.

Immagine 1 di 2
  • Valeria Marini esce da torta per 20 anni Porta a Porta
Immagine 1 di 2