Blitz quotidiano
powered by aruba

VIDEO YOUTUBE Gianfranco Vissani: “Vegani? Una setta. Li ammazzerei tutti”

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

MILANO  – “I vegani sono una setta. Io li ammazzerei tutti”: Gianfranco Vissani, chef italiano noto in tutto il mondo, non ama gli estremismi di certi, tanti vegani. E non usa mezzi termini per dirlo.

Ospite della puntata di “In Onda” trasmessa da La7 giovedì sera, il celebre cuoco e conduttore tv ha definito i vegani “come i testimoni di Geova”. Il collega Davide Oldani ha provato a fermarlo: “Gianfranco, non dire stupidate”. Ma Vissani non ha cambiato tono.

Del resto la sua affermazione una certa base storica ce l’ha, come ha tentato di spiegare lui stesso. Si riferisce alla Vegan Society fondata nel 1944 da Donald Watson ed Elsie Shrigley, che facevano parte della Vegetarian Society (a sua volta fondata nel Kent, Regno Unito, nel 1847), ma decisero di dare vita ad una associazione dai connotati ancora più estremisti.

La decisione di Watson e Shirgley nasceva dal fatto che la Vegetarian Society non aveva accettato di escludere i latticini dai prodotti considerati vegetariani.

Il veganismo, infatti, prevede l’esclusione di qualunque derivato animale dalla dieta. Ma non finisce qui. Perché i vegani che si rifanno alla filosofia di fondo non utilizzano nemmeno prodotti di derivazione animale nell’abbigliamento.

 

Initialize ads


PER SAPERNE DI PIU'