Blitz quotidiano
powered by aruba

VIDEO YOUTUBE Padre e figlio a pesca, arrivano animalisti e li cacciano così

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

ROMA – Una normale giornata a pesca. Ma padre e figlio, impegnati a pescare sul fiume Sesia, a Quarona, nei pressi di Vercelli, sono stati interrotti e cacciati dagli animalisti vegani della META guidati da Valerio Vassallo.

“Queste persone non hanno il diritto di comportarsi così. Tanti contro pochi, un atto già in partenza vigliacco. Disturbano l’anziano di turno o il padre in compagnia del figlio”, questa la denuncia dell’associazione ‘La pesca in mare’ per il blitz degli animalisti a Quarona. Una gara di pesca alla trota sulle rive del fiume Sesia, è stata interrotta dall’intervento degli attivisti vegani di Meta (Movimento etico tutela animali e ambiente), che hanno iniziato a lanciare dei sassi nell’acqua per far scappare i pesci. Il confronto con i pescatori a questo punto è degenerato in un brutto diverbio, a cui sono seguite aggressioni verbali da entrambe le parti che hanno costretto i partecipanti alla gara ad abbandonare le canne da pesca e andarsene.

Il filmato dell’accaduto è stato ripreso dall’onlus e pubblicato su Facebook con un canto di vittoria: “Il Fronte Animalista e Meta hanno ottenuto un ottimo risultato alla gara di pesca alla trota in Quarona, ovvero, trote pescate zero”.

Di diverso parere l’associazione ‘La pesca in mare’, che ha ripostato il filmato sui social accusando il Movimento di aggressione ai danni di persone anziane e di un bambino che sarebbe scoppiato in lacrime. Meta non è nuova a questo tipo di provocazione. Valerio Vassallo, tra i partecipanti al blitz, è stato protagonista di un assalto alla redazione di Radio 24, dopo che il conduttore della Zanzara Giuseppe Cruciani li aveva presi di mira nella sua trasmissione.


PER SAPERNE DI PIU'