Blitz quotidiano
powered by aruba

VIDEO YOUTUBE Pesce leone punge sub: le grida di dolore sott’acqua

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

CITTA’ DEL MESSICO – Un incontro ravvicinato e decisamente sfortunato quello di un pescatore subacqueo con un temibile pesce leone. L’uomo era impegnato in una battuta di pesca nel Golfo del Messico, al largo della Florida, insieme al fratello quando è stato punto da un pesce leone. Questo pesce rilascia dalle pinne dorsali un veleno che causa dolore lancinante e che può portare anche alla necrosi della parte colpita, ma nonostante la difficoltà i due sub sono riusciti a risalire in superficie in sicurezza.

Il video della sfortunata battuta di pesca è stato pubblicato su YouTube dall’utente Todd Boyd e mostra il momento in cui il pescatore sta cercando di afferrare un’aragosta, quando all’improvviso inizia a gridare. I due si trovano a 146 piedi di profondità e risalire in fretta potrebbe essere mortale, ma il dolore è fortissimo per la puntura di questo pesce. I due sono riusciti a mantenere il sangue freddo nonostante l’emergenza e a riemergere, per poi essere soccorsi.

Il pesce leone è una specie diffusa nel Mar Rosso e nell’Oceano Pacifico, dal Sud-Est asiatico fino all’Australia, dal Giappone alla Polinesia, ma negli anni Novanta è stato introdotto per sbaglio anche nell’oceano Atlantico, arrivando fino agli Stati Uniti e al Mar dei Caraibi. Questo pesce presenta 13 aculei sulla pinna dorsale e 3 in quella anale in cui si trova il suo pericoloso veleno, che può causare eritema ed ecchimosi nei casi meno gravi, ma arrivare anche a far apparire vescicole o indurre la necrosi della parte colpita.

Immagine 1 di 4
  • VIDEO YOUTUBE Pesce leone punge sub: le grida di dolore sott'acqua 4
Immagine 1 di 4

Initialize ads


PER SAPERNE DI PIU'