Blitz quotidiano
powered by aruba

VIDEO YOUTUBE Ragazza disabile picchiata in aeroporto da agenti sicurezza

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

MEMPHIS – Hannah Cohen è una ragazza disabile di 18 anni con un tumore al cervello che l’ha resa cieca da un occhio e parzialmente paralizzata. La ragazza era in aeroporto e stava tornando a casa quando, per errore, ha fatto scattare gli allarmi della sicurezza all’aeroporto di Memphis, nel Tennessee. Intontita dagli allarmi Hannah è rimasta indifesa quando le guardie di sicurezza in aeroporto l’hanno fermata, usando metodi affatto gentili tanto da provocarle ferite al volto e farla sanguinare.

Il sito Metro racconta che la giovane è rimasta disorientata dall’allarme e i membri della sicurezza dell’aeroporto l’hanno immobilizzata sbattendola con violenza a terra, senza capire però la situazione, come hanno spiegato i suoi avvocati Kelly Pearson e William Hardwick:

“Il personale di sicurezza ha fallito e non ha capito che la ragazza era confusa a causa delle sue ovvie disabilità e che era incapace di cooperare con le ricerche”.

Hannah è stata così arrestata dalla sicurezza, ma le accuse sono subito decadute. Ora la famiglia ha intentato una causa contro il dipartimento di sicurezza dell’aeroporto di Memphis e ha chiesto un risarcimento da 100mila dollari, a cui vanno aggiunti i costi delle spese mediche e i danni morali ed emozionali provocati dall’incidente. Secondo la famiglia, lo staff dell’aeroporto ha agito discriminando la figlia nonostante le sue evidenti disabilità e non ha saputo offrire, dopo il chiarimento dell’errore, delle cure e un trattamento adeguato. Dall’aeroporto per ora nessun commento.

Immagine 1 di 4
  • VIDEO YOUTUBE Ragazza disabile picchiata in aeroporto da agenti sicurezza3
Immagine 1 di 4

TAG: ,

PER SAPERNE DI PIU'