Blitz quotidiano
powered by aruba

VIDEO YOUTUBE Raid Aleppo, bimbo coperto di sangue salvato dalle macerie

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

DAMASCO – Un bimbo di cinque anni salvato dalle macerie della sua casa bombardata ad Aleppo, in Siria. Il piccolo, coperto di sangue, è fortunato: nello stesso raid aereo sono morti cinque bambini, oltre ad alcuni adulti. Il salvataggio di Omran, questo il nome del bimbo, è stato filmato e il video è stato diffuso sul web da alcuni attivisti dell’opposizione siriana.

“Catastrofe umanitaria senza precedenti”. Ora Omran è diventato il simbolo vivente di quella che il segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon rischia di diventare una “catastrofe umanitaria senza precedenti” nel suo ultimo rapporto al Consiglio di Sicurezza, esortando Usa e Russia a raggiungere rapidamente un accordo per il cessate il fuoco. Ma una “catastrofe umanitaria” è già in atto, ha detto Andrea Iacomini, portavoce dell’Unicef per l’Italia, sottolineando che nella città martoriata vivono 130mila bambini.

I raid russi dalle basi iraniane. Nuovi, pesanti bombardamenti sono stati effettuati ieri in Siria da jet partiti da una base iraniana per il secondo giorno di raid. Una concessione senza precedenti fatta dalla Repubblica islamica ad una potenza straniera, che ha indotto le autorità di Teheran a precisare che la struttura militare è stata messa a disposizione di Mosca temporaneamente, e al solo scopo di rifornire gli aerei.

Dopo avere parlato ieri di attacchi compiuti dai bombardieri a lungo raggio Tupolev Tu-22 sulle province di Aleppo, Idlib e Deyr az Zor, il ministero della Difesa russo ha reso noto che i raid sono stati concentrati oggi sulla sola Deyr az Zor, nell’est della Siria, controllata in gran parte dall’Isis. I bombardamenti, ha aggiunto Mosca, sono stati effettuati da Sukhoi Su-34 che hanno “distrutto due centri di comando e grandi campi di addestramento uccidendo 150 miliziani, inclusi mercenari stranieri”.

 

Omran, un video virale. Nel video si vede uno dei soccorritori che prende in braccio il bimbo dalle macerie e lo porta dentro l’ambulanza, lo adagia delicatamente su una sedia e esce fuori per cercare altri sopravvissuti. Omaran è coperto di polvere, ha un’aria stanca e stordita e con la manina si toglie il sangue dal volto. Il piccolo è stato curato, riferiscono i medici, per delle ferite alla testa ed è stato dimesso. Ma l’attacco aereo sul distretto di Qaterji, dicono gli attivisti, ha causato otto morti, tra cui cinque bambini. Le immagini sono state diffuse da Aleppo Media Center.

 


TAG: , ,

PER SAPERNE DI PIU'