Blitz quotidiano
powered by aruba

VIDEO YOUTUBE Siracusa, come rapinavano i pensionati in posta

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

SIRACUSA – Prima puntavano le loro vittime in coda all’ufficio postale di Siracusa, poi le seguivano dopo che avevano riscosso la pensione e le derubavano. Sono cinque le persone arrestate e condotte in carcere il 13 settembre con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata alle rapine e ai furti. Le autorità hanno contestato agli arrestati una serie di colpi tra giugno 2015 e aprile 2016 compiuti tra le province di Siracusa, Catania e fino a Taormina.

La banda si avvaleva di un complice che entrava nell’ufficio postale e puntava gli anziani che stavano riscuotendo la pensione. Poi li indicava ai complici, che seguivano le vittime designate e le rapinavano. Le indagini sono partite dopo la rapina ai danni di una donna di Siracusa, che aveva appena ritirato la pensione nell’ufficio postale.

Le autorità hanno identificato la vettura utilizzata dalla banda per mettere a segno le rapine e hanno individuato i banditi, poi con intercettazioni telefoniche e ambientali sono stati in grado di dare un nome a tutti i componenti della banda, oltre a fare luce su un’altra rapina e almeno altri quattro furti messi a segno sempre con le stesse modalità. Gli arrestati, tutti con precedenti penali, sono originari di Catania e secondo la ricostruzione degli agenti spesso operavano in trasferta, raggiungendo così anche diverse località siciliane.

Immagine 1 di 4
  • VIDEO YOUTUBE Siracusa, come rapinavano i pensionati in posta
Immagine 1 di 4

Initialize ads


PER SAPERNE DI PIU'