Blitz quotidiano
powered by aruba

VIDEO YOUTUBE Tarantole su un aereo: panico tra i passeggeri

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

MONTREAL – Una tarantola, anzi 2 tarantole, giganteschi ragni di colore blu, poco velenosi ma molto fastidiosi, a bordo su di un volo dalla Repubblica Dominicana al Canada della compagnia Air Transat del 18 aprile 2016. Non ci sono prove documentali, ma la denuncia di una donna canadese, che afferma di essere stata morsicata alle gambe da una tarantola gigantesca dopo che il marito ne aveva già catturato un’altra, nascosta nel vano bagagli del bagaglio a mano sopra la testa dei passeggeri.

L’episodio, secondo il sito della tv canadese Cbc, è stato confermato dalla compagnia e dal sindacato del personale di bordo. Il racconto di Catherine Moreau, una giovane donna canadese, residente a Repentigny, vicino a Montreal, è stato riportato dalla tv canadese Cbc. La donna stava guardando un film quando ha sentito qualcosa che le faceva il solletico a una gamba. Con un gesto della mano ha allontanato la causa senza guardare, pensando a qualche filo ma subito dopo il solletico è ripartito. “Allora ho notato la tarantola. L’ho colpita per buttarla lontano prima che mi mordesse”.

La vicenda ha avuto inizio quando il marito di Catherine Moreau ha preso dal vano bagagli la borsa a mano della figlia undicenne: una prima tarantola è sbucata fuori da sotto il bagaglio ma l’uomo è riuscito a bloccarla. Poi ha chiesto, e a quanto pare ha dovuto aspettare un po’ di tempo prima di essere ascoltato, che gli fosse portata una busta per chiudere l’animale.

Ma la tarantola aveva un (una) compagno (a), quello che poi si è arrampicato sulle gambe della Moreau, mordendola, secondo il suo resoconto, 3 volte. Le grida della donna hanno seminato il panico fra gli altri passeggeri, mentre le hostess cercavano di calmarli invitandoli a mettersi le scarpe e tirarsi su bene i calzini per non essere morsicati. Alla fine anche la seconda tarantola è stata catturata, ma solo dopo l’atterraggio a Montreal. C’è voluto l’intervento di un poliziotto canadese per catturarla.

Catherine Moreau è tornata a casa, ha aspettato un po’ di giorni che la compagnia le mandasse i dettagli sull’animale, per potersi curare in caso di necessità; poi, visto che nessuno si faceva vivo, è andata in televisione. Tra le cose che ha riferito, il fatto che le avrebbero impedito di fotografare la tarantola e che intende chiedere il rimborso dei biglietti.

Air Transat ha replicato che i passeggeri hanno reagito con calma, lo staff ha agito con prontezza e efficienza e che si è trattato di “un evento isolato”. Secondo un portavoce della compagnia aerea, le tarantole potrebbero essere uscite dal bagaglio di qualche passeggero. A quanto pare c’è un mercato per le tarantole vive, il cui colore blu piace a molti.

Immagine 1 di 2
  • VIDEO YOUTUBE Tarantole su un aereo: panico tra i passeggeriVIDEO YOUTUBE Tarantole su un aereo: panico tra i passeggeri
  • VIDEO YOUTUBE Tarantole su un aereo: panico tra i passeggeri
Immagine 1 di 2

PER SAPERNE DI PIU'