Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE 007: “Isis pianifica attentati a Europei Francia”

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

BERLINO –  L’Isis sta pianificando un attentato in Francia nel corso del campionato Euro 2016: è quanto afferma la spia più importante della Germania. Un allerta a cui si aggiunge a quello lanciato dagli Stati Uniti. Hans-Georg Maassen, capo dell’ufficio federale tedesco per la protezione della costituzione, ha ammesso che nonostante il “rumore” sollevato dalla notizia, non ci sono abbastanza prove per pensare a un attentato.

Si stima che circa 2,5 milioni di persone in tutta la Francia seguiranno le 24 squadre dell’ Euro 2016 e ci saranno anche delle speciali “zone per tifosi” per tutti coloro che non sono riusciti ad acquistare i biglietti. Gli esperti di sicurezza temono che un così grande numero di persone possa essere un potenziale obiettivo dei jihadisti.

E’ ancora viva la dolorosa memoria degli attacchi terroristici dello scorso anno a Parigi, quando alcuni “combattenti” Isis, durante un attacco coordinato che aveva come obbiettivi lo stadio, il Bataclan, alcuni bar e dei cafè, uccisero 130 persone. Le partite avranno inizio il 10 giugno e verranno giocate in 10 stadi differenti.

“Sappiamo che l’Isis ha come obiettivo la Championship europea” ha detto Maassen al Rheinsche Postz e dalla Francia arrivano conferme che alcune partite, in base al livello di minccia, potrebbero svolgersi a porte chiuse.

“Gli Euro 2016 sono un genere di evento che non possiamo cancellare o posporre, ma non escludiamo la possibilità di giocare a porte chiuse dal momento che non vanno esclusi attentati” ha detto Giancarlo Abete, vice presidente dell’UEFA.

La Francia al momento si trova a fare i conti con la minaccia del terrorismo e, al contempo, con violente proteste da parte dei lavoratori per la riforma e il caos benzina a causa dello sciopero delle raffinerie.

Questa situazione non fa che aggiungere preoccupazioni per la sicurezza degli Euro 2016, in quella che il ministro dell’Interno Bernard Cazeneuve chiama una doppia minaccia di violenza islamica e teppista. Cazeneuve ha detto ai giornalisti che il governo rispetta il diritto di sciopero dei lavoratori e non lo vede come una “minaccia”.

Le partite di calcio coinvolgeranno 90.000 tra poliziotti, soldati, guardie private e altre forze in grado di garantire la sicurezza, incluse decine di funzionari provenienti da altri paesi le cui squadre fanno parte della competizione sportiva.

“Il trasporto pubblico funziona, i punti di rifornimento di benzina sono sbloccati e i distributori hanno delle scorte, invito quindi in Francia tutte le persone che vogliono godere di un importante evento sportivo”.

Cazeneuve ha detto che i controlli alle frontiere saranno rafforzati, facendo notare che, dopo gli attentati di novembre, 18.000 persone sono state allontanate dal confine francese. “La Francia rimarrà la Francia, nonostante elevati livelli di minacce terroristiche continuino a gravare sul nostro Paese. Il Tour de France e gli Euro 2016 si svolgeranno comunque perché nessuno, soprattutto i terroristi, ci impedirà di continuare a vivere normalmente”.


PER SAPERNE DI PIU'