Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Accusato di abusi e omicidio di bimba di 4 anni, linciato dalla folla

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

LA PAZ – Trascinato dalla folla fuori dalla stazione di polizia in cui era trattenuto, picchiato selvaggiamente, sodomizzato e impiccato ad un albero: è morto così, linciato dai suoi concittadini, un uomo accusato di aver stuprato e ucciso una bambina di 4 anni a Reyes, nel Nord della Bolivia.

Gli abitanti del paese in cui è stato trovato il corpicino della piccola non hanno atteso il verdetto del tribunale, e hanno linciato il presunto pedofilo, senza del resto incontrare particolare resistenza da parte delle guardie carcerarie.

La polizia, da parte sua, si è difesa sostenendo che era in inferiorità numerica rispetto alla folla inferocita e avrebbero dovuto fare una strage, per finire poi sicuramente per essere a sua volta oggetto del linciaggio della folla. Ivan Zambrana, il direttore Dipartimento della Forza speciale per Crime Fighting, ha dichiarato, come riferisce You Reporter:

“I cadaveri, sia della ragazza e della vittima linciaggio, sono stati spostati a Palos Blancos (vicino alla capitale boliviana La Paz, ndr), stiamo studiando il caso.”

Nessuno è stato ancora arrestato per il linciaggio, ma la polizia sta attualmente interrogando i locali e sta passando al vaglio i video dell’incidente pubblicati sui social media per cercare di risolvere il caso.

 


PER SAPERNE DI PIU'