Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Al Jazeera, inviato piange in diretta: “Ad Aleppo bimbi senza cibo”

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

ALEPPO – Il reporter Milad Fadel sta raccontando la drammatica situazione nella città siriana di Aleppo sotto assedio e improvvisamente scoppia a piangere  avanti le telecamere.  “Qui ad Aleppo neonati e bambini non hanno più nulla da mangiare” commenta il reporter di  Al Jazeera mentre piange.

 

Il video è stato pubblicato su Facebook ed è diventato virale in poco tempo.

Nei giorni scorsi, decine di famiglie sono fuggite da Aleppo. La città è sotto assedio e colpita dai bombardamenti del regime siriane. La fuga dei civili è stata permessa da un corridoio umanitario creato su iniziativa della Russia.

Ad Aleppo, l’inviato speciale dell’Onu per la Siria, Staffan de Mistura, ha proposto alla Russia di delegare alle Nazioni Unite la gestione dei corridoi umanitari per portare aiuti ai circa 300mila civili intrappolati nei quartieri orientali della città, che sono da giorni sotto assedio totale da parte delle forze lealiste siriane. Una richiesta sostenuta anche dalla Farnesina, secondo la quale “la cura dei bisogni umanitari della popolazione di Aleppo” dovrebbe essere lasciata all’Onu, consentendo con “pause umanitarie” ai combattimenti “l’accesso degli aiuti in città”.

Il ministro della difesa russo, Serhgiei Shoigu, aveva annunciato l’avvio di “operazioni umanitarie” attorno ad Aleppo, mentre il governatore della città, incaricato dal regime siriano, aveva dato notizia dell’apertura di tre diversi varchi, tra Aleppo Est e Aleppo Ovest, per i civili che intendono lasciare la zona, ancora in mano agli insorti.

Initialize ads