Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Alexander Rossi vince 500 miglia di Indianapolis

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

INDIANAPOLIS – Lo statunitense Alexander Rossi ha vinto la centesima edizione della 500 miglia di Indianapolis, al suo debutto sul mitico ovale dell’Indiana. Rossi ha preceduto il colombiano Carlos Munoz, suo compagno nell’Andretti Racing, e un altro statunitense, Josef Newgarden. Rossi, che ha lasciato quest’anno la Formula 1 per l’Indycar, è il primo rookie a vincere la 500 miglia dal 2001, quando l’impresa riuscì al brasiliano Helio Castroneves.

Gianluca Gasparini sulla Gazzetta dello Sport racconta come è andata:

La corsa, iniziata con una partenza pulita e caratterizzata da pochi incidenti (solo Montoya e Karam sono andati a muro in modo un po’ tosto), è stata veloce anche per i rari interventi delle bandiere gialle. A menare le danze, davanti, sono stati a lungo Ryan Hunter-Reay (poi eliminato da un contatto ai box con il compagno Townsend Bell) e sul finire Tony Kanaan e Josef Newgarden. Poi, negli ultimi 10 giri, è venuta fuori come al solito la fase decisiva. Chi ha bluffato sul carburante, e non ha potuto contare sulla safety-car, è stato costretto a rientrare (vedi Kanaan) mentre chi ha fatto le soste anticipate per non avere problemi è rimasto indietro e non è riuscito a chiudere il buco (vedi Castroneves, che inseguiva la quarta vittoria qui).

Così, tra la sorpresa generale sebbene fosse andato bene in tutta la seconda metà di gara, è sbucato Rossi, che all’ultima ripartenza era addirittura nono. Il pilota di Andretti è arrivato sul traguardo con qualche goccia di carburante nel serbatoio, ma c’è arrivato davanti a tutti. Giro d’onore, corona di alloro e latte – come da tradizione – per celebrare il successo. Presentarsi qui per la prima volta davanti a 300 mila spettatori e andarsene a casa sapendo di essere per sempre nella storia non è da tutti. Può succedere solo da queste parti.


PER SAPERNE DI PIU'