blitztv

YOUTUBE Antonio Conte ruba una fetta di torta a un giornalista

YOUTUBE Antonio Conte ruba una fetta di torta a un giornalista

Antonio Conte ruba una fetta di torta a un giornalista

LONDRA – Un affamato Antonio Conte chiede e ottiene una fetta di torta a un giornalista durante la conferenza stampa dopo la vittoria del Chelsea col Leicester. L’allenatore italiana ha detto di avere ancora fame, visto che non aveva ancora pranzato.

Due volte Marcos Alonso, al 6′ del primo e del secondo tempo, e Pedro al 26′ della ripresa hanno deciso a favore del Chelsea di Conte la sfida in casa del Leicester campione d’Inghilterra, allenato da Claudio Ranieri. E’ finita 3-0 per i londinesi che hanno così ripreso la corsa in vetta alla Premier League, interrotta dal Tottenham che li aveva battuti 2-0, dopo una striscia di 13 successivi consecutivi.

“Prima della partita ho detto la verità e ora la ripeto, perché non mi piace mentire: martedì Diego Costa ha smesso di allenarsi perché sentiva dolore alla schiena. Per questo motivo non è stato disponibile”. Parola di Conte. Se ci sono stati attriti tra l’allenatore del Chelsea ed un fisioterapista da un lato e l’attaccante spagnolo dall’altro, la vittoria sul campo del Leicester ha contribuito a mascherarli e Conte ha decisamente smentito che non i problemi fisici, ma l’accesa discussione con il giocatore, che spingerebbe per trasferirsi in Cina, abbia portato alla sua esclusione dalla trasferta di ieri, rinunciando al capocannoniere della Premier League con 14 gol.

I media britannici però insistono nel sostenere che Diego Costa, 28 anni, non si sia allenato con l’obiettivo di crearsi una “exit strategy” dal club londinese, dopo aver ricevuto un’offerta di quelle che cambiano la vita. Il Tianjin Quanjian (lo stesso che ha soffiato alla Juventus in nazionale belga Axel Witsel) lo avrebbe stordito con la proposta di un ingaggio record da 30 milioni di sterline annuali (34,3 milioni di euro). “Non so nulla di offerte dalla Cina – ha tagliato corto Conte nel dopo partita – Ora vedremo cosa succede la prossima settimana. Se ci sono problemi meglio risolverli nello spogliatoio, non in conferenza stampa”.

To Top