Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Australia: detenuti carcere minorile incappucciati e legati

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

DARWIN – Il primo Ministro dell’Australia Malcolm Turnbull ha dichiarato di voler aprire un’inchiesta dopo la diffusione di alcune foto che mostrano alcuni adolescenti detenuti, storditi dai gas lacrimogeni e seduti su una sedia denudati.

Uno dei ragazzi è ammanettato su una sedia con un cappuccio sopra la testa. Il giovane è rimasto così per ore solo e abbandonato.

Il filmato con i detenuti bloccati in questo modo sono stati girati in un carcere di Darwin tra il 2010 e il 2015 e sono stati mostrati sul programma di inchiesta della Abc australiana “Four Corners” lunedì 25 luglio.

“Come tutti gli australiani, sono rimasto profondamente scioccato e sgomento dalle immagini sui maltrattamenti che ho visto” ha detto Turnbull alla radio della Abc. “Ora andremo a fondo per capire quello che è successo”.

Gli attivisti per i diritti umani hanno accusato il governo di aver ignorato il problema per un motivo ben preciso: gli adolescenti coinvolti sono indigeni. Il Territorio del Nord in cui si trova Darwin ha il più alto tasso di detenzione giovanile, con il 97 per cento di questi di origine aborigena. “Amnesty International è preoccupata per gli abusi che vengono commessi nei centri di detenzione giovanile presenti nel Territorio del Nord. Il problema è stato ripetutamente segnalato” ha detto Julian Cleary, attivista per i diritti indigeni di Amnesty International Australia.

I detenuti che vengono colpiti dal gas lacrimogeno si è verificato nel 2014. Le guardie avevano detto di aver usato la sostanza per sottomettere sei adolescenti che si stavano picchiando. Le immagini a circuito chiuso girate dal personale del centro hanno però dimostrato che il gas lacrimogeno è stato utilizzato malgrado a scappare dalla cella sia stato solo un giovane, con gli altri cinque rimasti invece chiusi in cella.

Immagine 1 di 5
  • Australia: detenuti carcere minorile incappucciati e legati3
Immagine 1 di 5

PER SAPERNE DI PIU'