Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Australia, serpente velenoso attacca la telecamera

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

ROMA – Un serpente bruno orientale tenta di colpire un uomo che lo sta seguendo con la telecamera. Accade sulla Sunshine Coast nel Queensland australiano e il video diventa virale su YouTube. A compiere le riprese del rettile è Max Jackson, un cacciatore di serpenti che lavora per la Sunshine Coast Snake Catchers. Jackson, al Daily Mail ha spiegato che il serpente ha agito in questo modo per legittima difesa.

“La cosa ha sorpreso anche me, ma si è trattato solo di legittima difesa dovuta al fatto che lo stavo seguendo” ha spiegato Jackson. “Se mi fossi allontanato facendo solo due passi indietro, sarebbe fuggito. Questo è tutto quello che voleva fare”.

Il dipendente della Sunshine Coast Snake Catchers era stato chiamato per catturare e rimuovere il serpente; durante l’inseguimento il serpente ha dato segni di nervosismo: “Ho pensato che sarebbe stato bello far apprezzare a tutti questo filmato impressionante che ho girato e che riguarda un serpente bruno orientale”.

Gli addetti del Sunshine Coast Snake Catchers hanno avuto un gran da fare dopo le recenti piogge torrenziali che hanno colpito questa parte dell’Australia. Molti serpenti si sono avvicinati alle case e i cacciatori di serpenti della zona hanno avuto un gran da fare. Al Daily Mail, Jackson ha spiegato: “Ho avuto molte chiamate. In genere [questi serpenti si] nascondono sottoterra o all’interno di buchi sul terreno. L’acqua ha riempito queste tane e li ha costretti ad uscire fuori, su un terreno più elevato”.

Per tutti coloro che si imbattono in un serpente velenoso, Max raccomanda di lasciarlo andare e di chiamare un professionista: “Se ci si allontaniamo dal loro spazio, ci lasceranno in pace. Loro vogliono solo allontanarsi, non hanno alcun interesse a morderci” ha concluso l’addetto alla cattura dei serpenti.

Immagine 1 di 3
  • Australia, serpente velenoso attacca la telecamera
Immagine 1 di 3

 


PER SAPERNE DI PIU'