Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Autobomba Isis esplode in diretta a Mosul: salvi per miracolo reporter e soldati

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

MOSUL – Un gruppo di soldati e due reporter della Bbc si avvicinano ad una porta di legno da un vialetto e proprio mentre la stanno aprendo vengono investiti dalla luce gialla e bollente di una esplosione. I soldati e i giornalisti sono stati travolti dall’esplosione di un’autobomba piazzata dall’Isis a Mosul, in Iraq, ma sono miracolosamente tutti salvi.

L’autobomba è stata lasciata dai miliziani dell’Isis proprio davanti ad una abitazione che i militari, accompagnati dai reporter, stavano controllando. Una operazione svolta a Mosul, roccaforte espugnata allo stato islamico dall’esercito. Così la telecamera sempre accesa dei reporter filma proprio il momento dell’esplosione: la fiammata gialla, i soldati che vengo sbalzati in indietro e ricadono in terra, la nube di polvere che si alza da dietro il cancello e il muro di cinta. Una esplosione che poteva portare ad un tragico epilogo, ma tutti ne sono usciti miracolosamente illesi.

Intanto continua il controllo del territorio liberato dall’Isis di Mosul e nei suoi dintorni e così a 20 chilometri a Sud, nella città di Hammam Alil, i militari hanno trovato una fossa comune con almeno 100 cadaveri decapitati. La cellula per l’informazione sulla guerra dell’esercito ha precisato che i corpi sono stati scoperti in una fossa scavata nel campus dell’istito di Agricoltura della città. Indagini sono in corso per identificare gli uccisi, probabilmente vittime di una esecuzione di massa.


PER SAPERNE DI PIU'