Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Battaglia della Somme: così tedeschi sterminarono inglesi

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

SOMME – Il primo, disastroso, giorno della battaglia della Somme nella storia militare inglese, resta come il più oscuro. Più di 57.000 soldati, il 1 luglio 1916, vennero sterminati dalle mitragliatrici tedesche.

Adesso che la nazione si prepara a commemorare il 100° anniversario della battaglia, lo storico Peter Barton negli archivi tedeschi ha scoperto delle prove che mostrano che lo scontro venne fatalmente compromesso da alcune munizioni difettose e da un’operazione di spionaggio nemico al corrente di tutti i dettagli dell’assalto. Barton afferma che le rivelazioni sono estremamente importanti per la comprensione del perché, in quattro mesi di battaglia, morirono più di un milione di uomini: “La versione tradizionale è che migliaia di soldati furono condotti a un sacrificio insensato” racconta “ma gli archivi tedeschi forniscono una versione del tutto nuova”.

Il 13 aprile 1916, dieci settimane prima dell’offensiva di Somme, durante un raid in trincea i tedeschi catturarono un sergente britannico, gli fu sequestrato un manuale di formazione della fanteria in cui erano descritte le tattiche che gli inglesi avrebbero impiegato durante la battaglia.

E il peggio non era finito, perché racchiudeva tutte le informazioni riguardanti l’artiglieria britannica: calibro, capacità e custodia di ogni arma. La fuga di notizie permise ai tedeschi di prepararsi a un pesante bombardamento, allestendo trincee più forti, migliorando le comunicazioni, costruendo vedette di cemento e rafforzando il filo spinato.

Alla base di tutto, però, ci fu un’enorme quantità di di bombe inglesi, prodotte sotto contratto da società come la Schwab Bethlehem Steel Co. of America, che fallirono nell’esplosione.

I tedeschi inoltre, avevano delle stazioni radio sottoterra: la mattina della battaglia intercettarono due telefonate che fornirono la conferma finale dell’imminente assalto inglese.

“Gli inglesi solitamente sottostimavano i propri nemici” aggiunge Barton ” e il risultato fu una quantità indefinita di uomini che persero la vita”.


PER SAPERNE DI PIU'