blitztv

YOUTUBE Bernie Ecclestone, addio alla F1: silurato da Liberty Media

YOUTUBE Bernie Ecclestone, addio alla F1: silurato da Liberty Media

YOUTUBE Bernie Ecclestone, addio alla F1: silurato da Liberty Media

LONDRA – Bernie Ecclestone è stato silurato da Liberty Media, colosso americano della comunicazione del magnate John Malone, che ha fatto sua la Formula 1 per una cifra vicina ai 7,5 miliardi.

Ecclestone lascerà il ruolo di CEO e sarà presidente emerito, una carica di fatto formale. Al posto dell’imprenditore britannico di 86 anni come amministratore delegato della F1 Group subentra Chase Carey, 62 anni, baffuto uomo d’affari americano ed ex vice presidente della 21st Century Fox Media.

“Sono stato deposto, non sono più a capo della società”, ha detto Ecclestone allo Sportsmail, che dall’accordo potrebbe realizzare circa 300 milioni di sterline.

Ecclestone è stato patron assoluto della F1 prima che il controllo venisse ceduto all’americana Liberty Media, che ora ha deciso di nominarlo presidente emerito, carica che ha il sapore di una evidente retrocessione.

Dopo quasi 40 anni per il padrone del Circus e per la classe motoristica regina si chiude un’era: Ecclestone, che iniziò la carriera come pilota, camminava in una delle stanze dei suoi uffici a Knightsbridge, in una conference call con i nuovi proprietari e il suo regno, che sembrava inespugnabile, era finito.

Ecclestone ha affermato che Liberty gli aveva offerto un contratto di tre anni come a.d., ma si è rivelato un sotterfugio prima del cambio di rotta al vertice.  Nel nuovo team, accanto al Ceo Chase Carey ci sono Sean Bratches, direttore delle operazioni commerciali, e Ross Brawn, direttore sportivo.

To Top