blitztv

YOUTUBE BlessU-2, il prete robot che dispensa benedizioni automatizzate

YOUTUBE BlessU-2, il prete robot che dispensa benedizioni automatizzate

YOUTUBE BlessU-2, il prete robot che dispensa benedizioni automatizzate

BERLINO – Arriva il prete robot: si chiama “BlessU-2” (“che sia benedetto anche tu”) ed è un dispositivo androide che con tanto di raggi luminosi emessi dalle “mani” dispensa benedizioni automatizzate ai fedeli. Il robot è stato presentato nella città tedesca di Wittenberg, che diede i natali a Martin Lutero, padre della Riforma Protestante.

Cinquecento anni dopo la proposta di pubblica discussione da parte di Lutero, considerato l’inizio della Riforma protestante, in vista delle speciali celebrazioni, una chiesa evangelica di Wittemberg, città storica situata in Sassonia-Anhalt, lancia un robot che dispensa benedizioni automatizzate.

Il robot, in mostra nel centro storico di Wittenberg, è stato sviluppato dalla Chiesa Evangelica dell’Assia e Nassau; è una scatola metallica con touch screen, due braccia, la testa provvista di occhi e la bocca che emette una voce digitale.

Il robot dà un “caloroso benvenuto” ai fedeli, chiede se desiderano essere benedetti da una voce maschile o femminile; il passo successivo è sapere “che tipo di benedizione” desidera la persona.

Quando dice “Dio ti benedica e ti protegga”, le luci lungo le braccia di “BlessU-2” iniziano a lampeggiare e recita un versetto della Bibbia. Dopo la benedizione, il fedele ha la possibilità di stampare quanto detto dal robot.

Sebastian von Gehren, portavoce della Chiesa, ha osservato: “È un esperimento che dovrebbe ispirare un dibattito” e spiegato che hanno volutamente evitato di dare al robot un aspetto umano. Le reazioni dei fedeli variano estremamente. “Metà pensa che sia fantastico mentre l’altra metà non può nemmeno immaginare di essere benedetta da un robot”.

Secondo von Gehren, le persone che hanno ben poco a che fare con la chiesa sono molto attratte dal robot, in molti “ora vengono mattina e sera”.

Brunhilde Hoeltz-Mettang, in visita a Wittember per le speciali celebrazioni, ha dichiarato che, anche se manca il tocco umano, “BlessU-2″ è interessante e coraggioso. Occorre esaminare nuove modalità, che vanno oltre le basi delle nostre comunità”.

Tuttavia, scrive l‘Express Tribune, 500 anni dopo che Martin Lutero ha affisso l’elenco delle sue 95 tesi sulla porta della chiesa di Wittenberg c’è da credere che il prete robot non sostituirà in breve tempo l’essere umano. Al proposito, Von Gehren ha infatti affermato: “Il robot non sostituirà la benedizione di un pastore. In futuro, nelle chiese non ci saranno robot che dispenseranno benedizioni”.

To Top