Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Carcere inglese, droga al detenuto arriva col drone

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

LONDRA – La droga al detenuto arriva dal cielo, grazie ad un drone. Che porta anche un telefonino. Succede nelle carceri britanniche, succede in questo video, pubblicato dalla Bbc. Ma succede più spesso di quanto non si pensi.

Sono oltre duemila gli oggetti vietati scoperti e sequestrati ai detenuti delle prigioni di Inghilterra e Galles. Si tratta soprattutto di farmaci e cellulari, ma anche di coltelli: solo negli ultimi sei mesi del 2015 ne sono stati trovati 730. Un giro d’affari da migliaia di sterline ogni anno, che sfrutta anche le più moderne tecnologie, droni compresi come mostra questo filmato che qui pubblichiamo.

Ma non mancano vecchi metodi che fanno quasi Medioevo. John Attard, dell’associazione britannica degli agenti di custodia, ha rivelato che non sono solo i droni ad essere usati per far arrivare cose proibite ai detenuti:

“I famarci a volte vengono inseriti nei corpi di volatili morti e poi lanciati oltre il muro del carcere con racchette da tennis”.

 

Negli ultimi tempi le prigioni del Regno Unito sono finite nel mirino delle autorità per un altro motivo. L’ex ministro della Giustizia Charles Falconer ha infatti evidenziato come le carceri rischino di diventare delle vere e proprie “accademie” per i terroristi. Il politico ha richiamato l’attenzione sul fatto che circa un migliaio di prigionieri musulmani in carcere rischiano di essere reclutati da estremisti radicali che hanno combattuto tra le fila degli jihadisti in Siria e in Iraq.


PER SAPERNE DI PIU'