Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Cerca Pokemon in chiesa: arrestato per blasfemia in Russia

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

MOSCA – Un blogger russo di 21 anni rischia fino a cinque anni di carcere per blasfemia. Ruslan Sokolovsky, lo scorso agosto era entrato in una Chiesa nella sua città di Yekaterinburg, negli Urali per cercare di catturare dei Pokemon a poche settimane dal lancio del gioco Pokemon Go ideato dalla Nintendo. La colpa di Sokolovsky è stata quella di postare su YouTube il video ed ora, l’influente Chiesa ortodossa l’ha accusato di blasfemia.

Ruslan è stato arrestato dopo aver pubblicato, l’11 agosto, il video visto già un milione e 200mila volte. Il filmato  è registrato nella Cattedrale sul Sangue, che è stata costruita nel punto in cui i bolscevichi giustiziarono l’ultimo zar e la sua famiglia.

Il blogger ha fatto appello per la sua scarcerazione, ma la diocesi di Yekaterinburg non si è impietosita. Il giovane è stato accusato di aver compiuto “blasfemia in un luogo sacro” e le sue azioni hanno “suscitato le proteste dei credenti in tutto il mondo” e per questo deve “essere decisivamente punito in linea con le leggi del paese”.

Il caso ha prodotto paragoni con quello delle attiviste femministe Pussy Riot, che inscenarono uno spettacolo improvviso anti-Putin nella cattedrale di Mosca. Anche perché Sokolovsky produce video giudicati atei e pubblica una rivista chiamata “Nulla di sacro”. Che fosse, il suo arresto, legato a queste attività piuttosto che all’aver cercato dei Pokemon in chiesa?

Immagine 1 di 8
  • Cerca Pokemon in chiesa arrestato per blasfemia in Russia2
Immagine 1 di 8

Initialize ads


PER SAPERNE DI PIU'