Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Chiede danni dopo incidente ma telecamera lo incastra: non era a bordo

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

LONDRA – L’auto di un uomo viene colpita da un’altra auto in un parcheggio. In quel momento, a bordo ci sono una donna e tre bambini. James Young, il proprietario, è fuori dall’auto. Dopo aver visto la collisione avvenuta a Deeside nel Galles, lo scorso febbraio, l’uomo si precipita sul posto ed accusa l’altro automobilista di aver ferito lui e i suoi familiari. L’altro automobilista ovviamente indaga e grazie ad una telecamera di sorveglianza scopre che quanto accaduto si tratta di truffa. Il 33enne, a questo punto viene indagato per falsa testimonianza e condannato a sei mesi di carcere con pena sospesa per due anni.

Dopo la finta collisione, il ragazzo ha finto di essere stato ferito al collo a causa della botta. Come lui, anche la moglie e i familiari sarebbero rimasti feriti allo stesso modo, per la contusione nota come “colpo di frusta”. L’uomo è stato accusato di frode assicurativa e condannato anche a pagare 200 sterline di spese legali.

Immagine 1 di 3
  • Chiede danni dopo incidente: telecamera svela però che non era a bordo 2
Immagine 1 di 3


TAG: ,

PER SAPERNE DI PIU'