Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Daniel Pedrosa, caduta a Motegi e clavicola rotta

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

MOTEGI – Daniel Pedrosa si è rotto la clavicola dopo una brutta caduta durante le prove libere del Gran Premio di MotoGp a Motegi. Il pilota spagnolo della Honda è volato via dalla sua moto in curva.

Scrive la Gazzetta dello Sport:

È di Jorge Lorenzo 1’45″151 il miglior tempo della prima giornata di prove libere del GP del Giappone classe MotoGP. Lo spagnolo della Yamaha ha stabilito il tempo nella seconda sessione precedendo la Ducati di Andrea Dovizioso, staccato di osli 53 millesimi. Terzo crono per Maverick Vinales con la Suzuki. Quarto Marc Marquez: il leader iridato della Honda è staccato di 152 millesimi da Lorenzo. Il grande rivale per la lotta al titolo, Valentino Rossi, ha il settimo tempo assoluto staccato di 381 millesimi dal compagno di squadra. Ottavo Danilo Petrucci con la Ducati Pramac.

Una sfida disperata quella di Valentino Rossi a Marc Marquez, che domenica potrebbe teoricamente già festeggiare il titolo, ma alla quale il Dottore non vuole rinunciare prima di aver lottato fino alla fine. Briciole di speranza e voglia di non mollare mai nei pensieri e nelle parole del pilota della Yamaha alla vigilia del Gran Premio del Giappone. “Questa è una buona pista per noi – ha assicurato il campione pesarese – Qui la Yamaha è sempre competitiva, ma ogni gara è una gara a sé: quindi dovremo capire quali saranno le gomme giuste, oltre a tener d’occhio il meteo, che è sempre un’incognita. L’altr’anno il tempo si guastò alla domenica e cambiò all’ultimo momento tutte le carte in tavola. Per ora fa davvero freddo”.

Condizioni meteo avverse in una Motegi dove è andata in scena la conferenza stampa che apre ufficialmente la quindicesima prova del Campionato del Mondo MotoGP 2016, la prima delle tre in Asia. Un tappa da sempre importante quella al Twin Ring, non solo perché il Sol Levante è la casa di tre colossi nipponici del campionato ma anche perché l’appuntamento giapponese può assegnare il titolo a Marc Marquez (Repsol Honda), primo in classifica generale della massima. “Queste tre gare di fila sono un po’ complicate – ha ammesso Rossi – Un problema nella prima può condizionare molto le seguenti, senza poi lasciare abbastanza tempo per correre ai ripari. Con 52 punti di svantaggio da Marquez – ha poi aggiunto il pilota della Yamaha – è una sfida disperata, ma ho anche la battaglia con Lorenzo: batterlo sarebbe comunque una bella soddisfazione”.

Marquez guida sempre di più la classifica della classe regina e in Giappone puoi chiudere i conti, tutto dipende dai risultati degli inseguitori, come ad esempio uno zero punti di Valentino legato ad una sua vittoria. “So che è difficile”, commenta il numero 93. “Ma ora sono concentrato a fare bene in questo fine settima, non guardo al campionato. Tenterò di avere la stessa mentalità di tutta la stagione, di consistenza”. Parla della condizioni meteo, il primo giorno a Motegi è molto freddo, “Un temperatura bassa e un cielo nuvoloso, il clima potrà essere una variabile importante”. Marquez ha poi commentato il miglioramento della sua moto che gli ha consentito di ricucire e superare i piloti Yamaha: ”manca ancora molto alla fine della stagione, è la prima gara del triplete, non dovremo rischiare più del dovuto e fare il massimo”.


PER SAPERNE DI PIU'