Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Egitto, poliziotto massacra di botte tifoso fuori dallo stadio

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

ALESSANDRIA D’EGITTO – Poliziotto massacra di botte un ragazzo: è accaduto nello stesso Egitto in cui il ricercatore italiano Giulio Regeni è stato torturato a morte da apparati dello Stato. Martedì scorso, 28 giugno, fuori dallo stadio Borg El Arab di Alessandria d’Egitto un tifoso è stato malmenato da un agente, davanti non solo ad altri tifosi, ma anche alle telecamere di un programma sportivo condotto dal presentatore Saif Zahir, che appena ha visto la scena ha fatto spostare l’inquadratura.

La notizia è riportata dal quotidiano online italiano EgyptToday.it, che scrive:

Martedì sera, prima dell’inizio dell’incontro di calcio tra Al-Ahly e Asec (Costa d’Avorio) per il campionato d’Africa tutto è pronto nello stadio i tifosi sono già dentro, le telecamere del canale egiziano Al Hayat stanno riprendendo e trasmettendo in diretta l’esterno del Borg El Arab Stadium ad Alessandria d’Egitto. Tanti tifosi sono fuori a fare il tifo. All’improvviso la camera inquadra un poliziotto che prende a calci e pugni un ragazzino… Ma la vergogna ancora più grande è quella del presentatore Saif Zahir del programma che si occupa di analisi sportiva che immediatamente cerca di far togliere la camera puntata sull’aggressione e tagliano subito la scena per far finta di nulla. Ma ormai tutto era stato ripreso: nessuna pietà da parte di quel poliziotto anche difronte all’alt del giovane.


PER SAPERNE DI PIU'