Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE-FOTO Cavalca coccodrilli davanti ai turisti a 65 anni

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

AIRLIE BEACH – Nel Queensland australiano, Rob Bredl e suo nipote Daniel organizzano tour con gruppi di 20 persone o più che vengono nella loro fattoria per vedere Rob che “gioca” con dei coccodrilli enormi. Rob è stato soprannominato “Barefoot Bushman” (“l’uomo cespuglio a piedi nudi” n.d.r): da circa 20 anni, quest’uomo oggi 65enne è alla ricerca di emozioni forti. Rob sostiene di essere stato morso da serpenti più di 40 volte e di essere sempre sopravvissuto. Ora si diverte a sedersi sui coccodrilli e a portarli fuori dall’acqua per farli vedere ai visitatori.

“Devo essere stato il più fortunato e pazzo che sia mai vissuto. Sono stato morso da serpenti (di cui quattro molto velenosi) e da coccodrilli e io sono ancora qui – ha raccontato al Daily Mail. – Il coccodrillo d’acqua salata è una creatura estremamente pericolosa malgrado compia dei movimenti a terra molto lenti”. “Questo rettile – spiega ancora Bredl – ha un cervello grande come un pollice.  Le loro azioni sono tutte totalmente istintive”.

I visitatori che arrivano al parco sono scioccati e stupiti. Rob nella fattoria ha 40 coccodrilli giovani e otto adulti. Si tratta di animali da una tonnellata che vivono in questa riserva che si trova ad Airlie Beach nella regione del Whitsunday del Queensland. Per afferrare il coccodrillo, Rob va in acqua e lo prende per la testa: “Quando si tratta di coccodrilli tutti vogliono il dramma, il pericolo. Vanno tutti fuori di testa“.

Rob vanta un’esperienza ventennale e la sua fattoria rientra in un progetto nato per la salvaguardia dei coccodrilli marini. “Chissà, magari un giorno entrerò nel Guinness” aggiunge Bredl che nella sua azienda ha anche emù, koala, canguri, serpenti, uccelli e una serie di altri rettili.

I genitori di Rob, Josef e Rita, aprirono uno dei primi zoo privati ​​in Australia. Nel 1970 istituirono un allevamento di coccodrilli con lo scopo di allevarli. Pur avendo 65 anni, Rob nonpesa minimamente ad andare in pensione: “Andrò avanti fino a quando non cadrò. Ho un po ‘di artrite adesso e sto rallentando, ma la cosa buona è che, dato che i coccodrilli diventano sempre più grandi diventano anche più lenti”.”

Immagine 1 di 7
  • Cavalca coccodrilli davanti ai turisti 3
  • Rob Bredl
Immagine 1 di 7

PER SAPERNE DI PIU'