Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Giappone: pesci morti nel ghiaccio nella pista di pattinaggio

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

TOKYO – In Giappone puoi pattinare sul ghiaccio e, sotto di te, “godere” della vista di pesci morti. Per meglio dire: potevi. Perché sono state così tante le polemiche intorno a un parco giochi che il proprietario è stato costretto a chiudere l’impianto perché definito “immorale e crudele”. Gli organizzatori dello Space World, nella prefettura di Fukuoka, avevano aperto la nuova attrazione meno di due settimane fa, presentandola come esclusiva mondiale, con circa 5.000 pesci di 25 diverse specie, tra cui lucci e merluzzi, inseriti come ornamento alla base della pista.

Nei giorni successivi all’apertura, dopo la visita di una Tv locale, numerose critiche sono arrivate sui social media, presentando la scelta degli operatori “di cattivo gusto”, accusando il parco giochi di sacrificare la vita di creature marine e criticando la “totale assenza di senso etico”. Su altri commenti online giravano ipotesi, poi smentite dagli addetti all’impianto, che i pesci fossero stati congelati nel ghiaccio quando erano ancora vivi. Il manager di Space World, Toshimi Takeda, ha spiegato che l’intenzione del parco era quella di ampliare la conoscenza dei bambini sulla varietà dei pesci, e che l’operatore è pronto ad accettare le critiche chiudendo la pista, scusandosi per aver ferito la sensibilità dei partecipanti. Takeda ha anche aggiunto che un servizio funebre in memoria dei pesci si svolgerà all’inizio del prossimo anno.


TAG:

PER SAPERNE DI PIU'