Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Imputata nera senza pantaloni in aula…la giudice si scusa

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

ROMA – L’imputata nera si presenta in tribunale senza pantaloni ma…non è colpa sua. Pare che gli agenti che l’hanno arrestata l’abbiano spogliata per perquisirla ma non le abbiano mai restituito i pantaloncini che indossava al momento dell’arresto. Tutto questo però non è piaciuto alla giudice che non solo si è arrabbiata ma si è anche scusata con la donna.

Racconta Repubblica:

Kentucky, tribunale del distretto di Jefferson: di fronte alla giudice Amber Wolf si presenta una donna afroamericana, accusata di non aver completato un programma di riabilitazione dopo una condanna per furto nel 2014. La carcerata non indossa i pantaloni. “E’ oltraggioso”, sbotta la giudice, “ma è vero?”. L’avvocato difensore della donna spiega: la sua assistita è arrivata in carcere indossando pantaloncini corti sotto una lunga camicia. Poi i pantaloncini le sono stati tolti e mai restituiti, durante i tre giorni di carcerazione. Così come non le sono stati forniti i prodotti di igiene minima richiesti. “Tutto questo è reale o siamo ai confini della realtà?” si chiede la giudice, che ordina ai commessi di trovare dei vestiti per l’imputata e che chiude l’udienza concedendole la libertà sotto cauzione.


PER SAPERNE DI PIU'