Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Isis, così addestra bambini alla guerra: anche 50 inglesi

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

RAQQA – Almeno 50 bambini inglesi sono nelle mani dell’Isis, che li sta allenando nei propri territori per trasformarli in quelli che saranno i futuri terroristi, secondo un rapporto dell’agenzia delle forze dell’ordine europea. Il rapporto mette in guardia i paesi dell’ Unione Europea, che dovranno fare i conti con le prossime leve di jihadisti: “Il futuro dei bambini nati e cresciuti nello Stato Islamico è un problema che va affrontato perché reale, e richiede l’attenzione immediata da parte della comunità internazionale”.

“Attualmente le donne incinte presenti nel califfato sono circa 31.000; più di 50 bambini provenienti dal Regno Unito stanno vivendo nei territori dell’ISIS e non c’è alcuna certezza su cosa accadrà se decideranno di tornare”.

I sostenitori del gruppo terroristico sono noti per l’uso di bambini nei messaggi video, per dimostrare come i più giovani vengano cresciuti con l’ideologia del terrore ben inculcato. All’inizio di quest’anno, un video diffuso da alcuni sostenitori dell’ISIS mostra un bambino di 11 anni baciare la mano del padre prima di farsi esplodere dentro a un camion carico di esplosivo. Le immagini mostrano il giovane Isa Dare, figlio dellla musulmana convertita Grace “Khadija” Dare ed entrambi provenienti dalla zona sud est di Londra, alzare la mano in cielo ed urlare “Allah Akbar”.

Nel report annuale stilato dall’Unione Europea, l’Europol ha aggiunto che un significante numero di donne, che viaggiano in Siria ed Iraq, sposano combattenti spesso conosciuti online, con il quale danno poi alla luce dei figli. “Di particolare interesse sono i figli dei combattenti stranieri, che vivono con i loro genitori nei territori ISIS. Un terzo dei minori, figli di donne olandesi che attualmente vivono in Siria e Iraq, sono nati proprio in quei territori. Nella sua propaganda, l’ISIS ha spesso mostrato come allena questi minori a diventare la prossima generazione di combattenti stranieri, che possono costituire una seria minaccia per gli Stati Membri”.

A marzo di quest’anno, l’ISIS ha diffuso un video in cui mostrava un orfanotrofio pieno di bambini che venivano allenati per diventare dei futuri terroristi. Il video, intitolato “Gli orfani nello Stato islamico”, si apre mostrando dei bambini molto piccoli mentre giocano, per poi passare ai momenti in cui vengono sottoposti a posizioni stressanti e allenamenti stancanti.

Initialize ads


TAG:

PER SAPERNE DI PIU'