Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Isis, aggredì passeggeri in metro a Londra: carcere a vita

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

LONDRA – Un fanatico del cosiddetto Isis che mesi fa aggredì alcuni passeggeri della metropolitana di Londra con un coltello, tentando di accoltellarne uno alla gola, è stato condannato all’ergastolo.

Muhiddin Mire, 30 anni, nel dicembre del 2015 aggredì con un coltello Lyle Zimmerman alla fermata della metropolitana di Leytonstone e minacciò altri passeggeri. La scena venne ripresa dalle telecamere di sorveglianza, che mostrano anche il momento in cui l’uomo è stato raggiunto e fermato dalla polizia.

Durante l’attacco, Mire, originario della Somalia ma residente a Samson Road, Londra, immobilizzò Zimmerman, 56 anni, gridando di voler “spargere sangue” per i suoi “fratelli siriani”. Ma qualcuno dei passanti ebbe il coraggio di gridargli “Tu non sei un musulmano”.

Sul cellulare di Mire la polizia ha poi trovato immagini di Jihadi John e diverso materiale legato all’Isis. Il giudice Nicholas Hilliard, del tribunale di Londra, ha spiegato al processo che benché Mire soffrisse di schizofrenia paranoide ai tempi dell’aggressione, a spingerlo davvero all’azione sono stati gli eventi in Siria. “In altre parole, dal momento che i musulmani venivano bombardati in Siria lui voleva attaccare dei civili a Londra. E’ stata un’aggressione ideata per intimidire i cittadini, e non ha scuse”.

Mire è stato condannato all’ergastolo. Dovrà scontare almeno otto anni e mezzo di carcere prima che possa essere presa in considerazione la libertà condizionale.

Immagine 1 di 4
  • YOUTUBE Isis, aggredì passeggeri in metro a Londra: carcere a vita 5
Immagine 1 di 4

Initialize ads


PER SAPERNE DI PIU'