Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Isole Faroe, mare si tinge di rosso: è caccia alle balene

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

ROMA – Sulle Isole Faroe in Danimarca, è cominciato come ogni anno la caccia ai globicefali (dette anche balene pilota). Si tratta di una vera e propria tradizione in queste isole che si trovano nell’Atlantico settentrionale. il Daily Mail pubblica un video della mattanza avvenuta puntale in questi giorni, come ogni anno. Si tratta dell’uccisione di circa 120 balene al giorno che avviene a colpi di coltello. I cittadini, per una settimana circa si avventano sulle balene che arrivano a riva: poi, una volta uccise, le trascinano fuori dall’acqua con ganci e funi e le mostrano alla folla formata anche da tanti bambini.

Le balene che sopravvivono sono costrette a nuotare nel sangue dei loro simili. Tragicamente, queste balene continuano a restare vicine alla riva a causa del loro senso di lealtà che le porta a restare accanto ad un membro della loro specie rimasto bloccato. Il resto del gruppo infatti, rimane accanto all’animale colpito anche se ciò comporta pericolo per la sua incolumità.

Nel corso degli ultimi tre secoli, secondo uno studio condotto nel 2012 gli abitanti di queste isole che appartengono alla Danimarca mantenendo tuttavia una forte autonomia, hanno ucciso una media di 838 balene pilota ogni anno. Come gli anni passati, anche quest’anno gli ambientalisti di Sea Shepherd hanno provato a fermare la mattanza e sono stati arrestati. 

I cittadini delle isole si arrabbiano quando gli estranei li criticano e reagiscono spiegando: “La caccia alle balene è una parte naturale della vita delle isole. La carne di balena pilota e il grasso sono un accessorio caro e utile alle famiglie che vivono qui”.

Immagine 1 di 4
  • Isole Faroe, mare si tinge di rosso2
Immagine 1 di 4

PER SAPERNE DI PIU'