Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Justin Trudeau strattona deputato in Parlamento e…

Justin Trudeau questa volta ha perso le staffe. Il premier canadese durante un'accesa discussione in aula è stato accusato di aver malmenato un membro del Parlamento

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

OTTAWA – Justin Trudeau questa volta ha perso le staffe. Il premier canadese durante un’accesa discussione in aula è stato accusato di aver malmenato un membro del Parlamento afferrandolo per un braccio. Poi, mentre lo strattonava, ha accidentalmente dato una gomitata ad un’altra parlamentare. L’episodio si è verificato mentre Trudeau cercava di riportare i deputati al loro posto durante il voto sulla legalizzazione della morte dolce. Il primo ministro si è però “scusato senza riserve” per l’incidente spiegando che non aveva alcuna intenzione di fare male a qualcuno.

Intanto Trudeau ha presentato un disegno di legge per estendere le protezioni per i diritti umani ai transgender e secondo il ministro della Giustizia Jody Wilson Raybould si tratta di una misura necessaria contro le discriminazioni e i crimini di odio. La proposta arriva dopo che l’amministrazione Obama ha diffuso una direttiva a tutte le scuole per garantire i diritti civili degli studenti transgender, anche nell’uso dei bagni, che il North Carolina ha ristretto al sesso di nascita con una legge controversa.

Commentando quanto sta accadendo negli Usa, Wilson-Raybould ha detto: “E’ un messaggio per tutti i canadesi, viviamo in un momento in cui la discriminazione è del tutto inaccettabile”. Il provvedimento di Trudeau, se verrà approvato, renderà illegale le discriminazioni sul posto di lavoro sulla base dell’identità o dell’espressione di genere. Charlie Lowthian Rickert, transgender di 12 anni, ha ringraziato il governo spiegando che tale norma la farebbe sentire “molto più sicura”: questa legge, ha spiegato, “ci proteggerà dalla propaganda odiosa e dalle aggressioni”.


PER SAPERNE DI PIU'