Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Leonard Cohen, la lettera d’addio a Marianne Ihlne: “Amore infinito”

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

SAN FRANCISCO – E’ morta il 28 luglio scorso a 81 anni, dopo una lunga lotta contro la leucemia, Marianne Ihlne, compagna di Leonard Cohen negli anni Sessanta e sua musa per la canzone So Long, Marianne. Ma Marianne restò motivo di ispirazione per Cohen anche quando la storia d’amore tra i due finì.

Pochi giorni prima della sua morte, il cantautore canadese, che ha 82 anni, tramite il comune amico Jean Cristian Mollestad, le ha fatto recapitare un messaggio in cui ha scritto:

“Marianne, siamo arrivati a quel punto della vita in cui siamo vecchi e i nostri corpi si sgretolano. Penso che ti seguirò molto presto. Sappi che ti sono così vicino che se tendi una mano puoi raggiungere la mia. Ti ho sempre amata per la tua bellezza e per la tua saggezza. Ma so che non devo dire più nulla a tal proposito, perché sai già tutto. Voglio solo augurarti buon viaggio. Arrivederci vecchia amica. Amore infinito. Ci vediamo lungo la strada”.

Racconta Mollestad:

“Quando ho letto il passo in cui diceva di “allungare la mano”, Marianne l’ha allungata davvero. Solo due giorni dopo avergliela letta, ha perso conoscenza e si è addormentata per sempre. Ho inviato una risposta a Leonard, raccontandogli che negli ultimissimi momenti le ho canticchiato Bird on a wire, la canzone che sentiva più vicina a sé. Poi le ho dato un bacio sulla fronte e me ne sono andato, dicendo So long, Marianne”.

Initialize ads


PER SAPERNE DI PIU'