Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Liberata da Isis, si toglie niqab: figlio prova a fermarla

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

MANBIJ – Una donna siriana è stata appena liberata nella città di Manbij insieme a suo figlio dalle forze democratiche della Siria, impegnate a liberare la città di Manbij dai miliziani dell’Isis. La donna non riesce a trattenere le lacrime e vuole togliersi il niqab, il velo che porta sul viso e che le lascia scoperti solo gli occhi. Il figlio che è con lei, forse per abitudine o per imore che alla mamma accada qualcosa, per istinto prova a fermarla impaurito.

Nei territori controllati dal sedicente Stato islamico, le donne sono obbbligate a coprirsi completamente, vestendosi solo con gli abiti autorizzati dalle autorità del califfo nero: ogni trasgressione è punita severamente. Il video è stato postato sull’account twitter @DefenseUnits ed è diventato virale in poco tempo.

Il filmato mostra tutta la drammaticità che stanno vivendo i civili siriani schiacciati in una guerra che vede contrapposti almeno tre fronti.  E mentre questa donna viene liberata insieme ad altre persone, gli aerei della coalizione a guida statunitense continuano a bombardare le aree di Manbij ancora sotto il controllo dello Stato islamico. Lo ha riferito il colonnello Usa Christopher Garver, portavoce della coalizione, all’agenzia di stampa “Ara News”, precisando che lo Stato islamico controlla ormai solo il 5 per cento della città, strategica perché vicina al confine tra Siria e Turchia.

Secondo le Forze democratiche siriane (Sdf), le milizie curdo-arabe in cui la parte curda delle Ypg (Unità di protezione del popolo) è preponderante, gli ultimi combattenti dello Stato islamico rimasti nella città starebbero usando i civili come scudi umani.

Immagine 1 di 6
  • Liberata da Isis, si toglie niqab: figlio prova a fermarla2
Immagine 1 di 6

Initialize ads


PER SAPERNE DI PIU'