Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Liechtenstein-Italia, inno di Mameli non parte e il pubblico…

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

VADUZ – Contrattempo tecnico prima di Liechtenstein-Italia al Rheinpark di Vaduz. L’inno di Mameli non è partito, creando qualche imbarazzo nell’organizzazione. Non nel pubblico, a grande maggioranza italiana, che ha preso a cantarlo (assieme ai calciatori) senza esitazione, insieme a un grande applauso di tutto lo stadio. Dopo un minuto di coro del pubblico, l’Inno italiano è partito regolarmente.

Una goleada a metà. L’Italia schianta dì il Liechtenstein fuori casa, a Vaduz, per 4-0, ma tutti gol nel primo tempo. Nella ripresa poca roba. Alla vigilia del match, valido per le qualificazioni ai Mondiali in Russia del 2018, nessuno parlava di goleada. Invece dopo il primo tempo sembrava aria di grandi numeri, 4 gol solo nel primo tempo con Belotti, Immobile, Candreva e ancora Belotti.

Liechtenstein sparring partner. Poi nel secondo tempo niente. La Spagna ha vinto per 4-0 con la Macedonia, Israele ha vinto 3-0 in casa dell’Albania. Italia prima nel girone con gli spagnoli ma con una differenza rete nettamente inferiore, addirittura sotto di Israele terzo.


TAG:

PER SAPERNE DI PIU'