blitztv

YOUTUBE Matteo Salvini: “Tosi e Renzi, voto di scambio a Verona per battermi”

YOUTUBE Matteo Salvini: "Tosi e Renzi, voto di scambio a Verona per battermi"

YOUTUBE Matteo Salvini: “Tosi e Renzi, voto di scambio a Verona per battermi”

VERONA – Matteo Salvini denuncia un possibile accordo tra Flavio Tosi e Matteo Renzi (lui lo definisce più esplicitamente voto di scambio) per le elezioni comunali a Verona: “A Verona prendiamo atto che il Pd ha annunciato il suo sostegno alla candidata di sinistra”. Così ha detto il segretario della Lega Matteo Salvini commentando l’appoggio a Patrizia Bisinella, candidata della lista Tosi e di Fare!. “Quindi c’è la sinistra compatta, ci sono i renziani compatti a Verona contro la Lega e il centrodestra. Bene – ha aggiunto – i veronesi sanno da che parte c’è l’uno e da che parte c’è l’altro”.

“Non capisco perché il Pd esulti della presunta disfatta dei Cinque stelle. Per me sono andati meglio di loro. Se c’è uno sconfitto è Renzi che ha dovuto mascherarsi dietro liste civiche. Noi e i 5 stelle ci mettiamo la faccia”: così il segretario del Carroccio ha commentato il risultato elettorale sottolineando la “mazzata” del Pd a Genova e a La Spezia dove i pentastellati hanno anche sfiorato il 20%”. “Renzi – ha aggiunto – fa il contento per mettere a tacere i vari Bersani e D’Alema”.

Quando si tornerà a votare “faremo di tutto per una coalizione più compatta possibile”, ha detto poi Salvini. Per questo fa un appello a Silvio Berlusconi perché il “maggioritario aiuta la coalizione”. “Se Berlusconi vuole l’unità del centrodestra, dovrebbe scegliere il maggioritario”, ha detto.

San raffaele

Al momento Salvini non ha parlato con Berlusconi anche se ha spiegato che sentirà lui “come tutti gli altri amici della squadra”. Le amministrative hanno dimostrato che uniti si vince. “A livello nazionale – ha detto – il 26 giugno ci metteremo a un tavolo per verificare il programma comune”. Se si trova, “c’è la coalizione”. “Facciamo l’ultimo appello non da appassionati di legge elettorale – ha detto in conferenza stampa dalla sede della Lega di via Bellerio – Se Berlusconi vuole l’unità del centrodestra come va dicendo, dovrebbe scegliere il maggioritario e non il modello proporzionale del ‘votami e poi ti spiego cosa faccio dopo’”. “Però – ha aggiunto – noi siamo coerenti e la priorità è andare a votare. Speriamo che Renzi tragga le conseguenze di questa ennesima sottrazione di fiducia alla coalizione di governo”.

To Top