Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Mistero delle palle di ghiaccio in Siberia: 18 km di costa

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

MOSCA – Mistero delle palle di ghiaccio in Siberia: a migliaia hanno ricoperto diciotto chilometri di costa del Golfo di Ob sul mare di Kara, nel Mar Glaciale Artico. Alcuni giorni fa gli abitanti di Nyda, cittadina della Russia settentrionale, si sono svegliati con uno spettacolo davvero sorprendente: palle di ghiaccio grosse come palline da tennis o come palloni da calcio.

“Siamo tutti molto sorpresi. Molte persone ci hanno creduto solo quando lo hanno visto con i propri occhi”, ha detto Iekaterina Cernikh, che abita a Nyda, al Siberian Times. Ma come è stata possibile la formazione di queste palle di neve? Ecco la spiegazione di un esperto sentito da Russia Today: “Lungo la costa si sono formati cumuli di neve e ghiaccio e quando è arrivata la risacca le forti onde hanno iniziato a frantumare questi cumuli di neve in piccoli pezzi facendoli rotolare sulla sabbia. I pezzi di ghiaccio hanno iniziato a crescere, e così abbiamo queste palle di differente grandezza”.

Serghiei Lisenkov, portavoce dell’Istituto di ricerca per l’Artico e l’Antartico dà una spiegazione simile: “E’ un raro fenomeno naturale. Di regola – dice – il ghiaccio bagnato forma prima di tutto neve mista a fango. Poi l’azione del vento, la forma della costa e la temperatura possono portare alla formazione di queste palle”.

In passato lo stesso fenomeno si è presentato altre volte, solo negli ultimi anni ricordiamo nel dicembre del 2014 nel golfo della Finlandia e nel 2015 sul lago Michigan, negli Stati Uniti.


PER SAPERNE DI PIU'