Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Mussolini nel 1927 parla come Trump con l’accento di Renzi

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

ROMA – Benito Mussolini che parla come Donald Trump…con un accento degno di Renzi. E’ quello che ha suggerito a Franco Bechis, giornalista di Libero, questo filmato vecchio di 90 anni che negli Usa sta assumendo una nuova popolarità. Si tratta di un documento storico molto importante e raro in realtà che ha il pregio di mostrare un Mussolini “amico” dell’America, ben prima dell’ascesa di Hitler, delle leggi razziali, della guerra. Qui Mussolini invita, in inglese, la folta comunità italo americana “to make America Great”, fare grande l’America. Ossia lo slogan della campagna elettorale di Donald Trump.

La suggestione della somiglianza tra Mussolini e Trump l’ha colta per primo il Washington Post che nota, e non è il solo, una certa similitudine tra il dittatore italiano e il piglio dell’aspirante presidente. Il filmato ha un retroscena storico molto interessante.

Siamo nel 1927, Mussolini è primo ministro da 5 anni, le legge fascistissime hanno reso l’Italia una dittatura già da un paio d’anni. Ma non c’è ancora Adolf Hitler (che salirà al potere nel 1932) e l’Italia non ha ancora nessuna tensione politica con gli Stati Uniti. Ma c’è un però. Come ricostruisce minuziosamente il Washington Post nel 1927 gli italiani d’America erano 1,8 milioni. Si tratta della prima generazione di migranti: nati in Italia, poveri, con scarse conoscenze a bassa alfabetizzazione. La convivenza con gli statunitensi non era all’epoca tutta rose e fiori e le tensioni sociali erano forti, soprattutto negli Stati in cui gli italiani erano più numerosi: Connecticut, New Jersey, Pennsylvania. E naturalmente New York. In questa sola città, nel quartiere di Brooklyn, nel 1930 l’8 per cento della popolazione totale era nato in Italia.

Questo è il contesto storico di questo messaggio che Mussolini ha registrato, in inglese, per la Fox News. Un messaggio unico anche per un altro motivo: è uno dei primi esempi di filmati da cinegiornale in cui “si vede e si sente”, in cui insomma non c’è doppiaggio ma si sente direttamente il personaggio parlare. Il messaggio di Mussolini era stato mostrato nei cinema americani prima dell’inizio di un film molto popolare all’epoca, “The Sunrise” di Friederich Murnau, premiato come miglior film alla prima edizione degli Oscar.

E cosa dice Mussolini agli italo americani? Ecco il testo tradotto in italiano:

“Sono molto contento di poter esprimere i miei sentimenti di amicizia nei confronti della nazione americana. L’amicizia con cui l’Italia guarda ai milioni di cittadini dall’Alaska alla Florida, dal Pacifico all’Atlantico, che vivono negli Usa è profondamente radicata nei nostri cuori. Questo sentimento, creato da interessi reciproci, ha così contribuito alla preparazione di un’era ancora più brillante nelle vite di entrambe le nazioni. Saluto con grande energia il popolo americano e io vedo e riconosco tra di voi il sale della vostra terra, così come della nostra, miei amici concittadini che state lavorando per rendere grande l’America. Saluto il grande popolo americano. E saluto gli italiani d’America, che uniscono in un singolo amore le due nazioni”.

Immagine 1 di 26
  • Gruppo Facebook Dux Nobis: pagina chiusa, raffica di denunceGruppo Facebook Dux Nobis: pagina chiusa, raffica di denunce
  • Museo del fascismo a Predappio. Nella foto la cripta di Mussolini
  • Calendario Benito Mussolini in vendita alla...Coop
Immagine 1 di 26

 


PER SAPERNE DI PIU'