blitztv

YOUTUBE New Balance bruciate simbolo della protesta anti Trump

New Balance bruciate simbolo della protesta anti Trump5

New Balance bruciate simbolo della protesta anti Trump

ROMA – Decine di americani hanno deciso di non scendere in piazza per protestare contro Trump decidendo invece come forma di protesta quella di bruciare o gettare via le loro scarpe. Al centro della loro protesta c’è la nota marca di calzature New Balance, colpevole di aver accolto l’elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti.

 Tutto è iniziato con una dichiarazione su Twitter del portavoce della società, citata dalla giornalista del Wall Street Journal Sara Giordano:”Barack Obama è rimasto sordo alle nostro richieste e, francamente, con il presidente Trump sentiamo che le cose andranno per il verso giusto”, si legge nel messaggio. Il riferimento è alla Partnership Trans Pacifica (o Tpp), un accordo con lo scopo di promuovere il libero scambio e investimento tra i paesi partner, che Trump ha promesso di abolire.
Si tratta di un progetto di trattato di regolamentazione e di investimenti regionali alle cui negoziazioni, fino al 2014, hanno preso parte gli Usa e altri undici paesi dell’area pacifica e asiatica: Australia, Brunei, Canada, Cile, Giappone, Malesia, Nuova Zelanda, Perù, Singapore e Vietnam.
Il motivo per cui il Tpp venga visto con il fumo negli occhi dalla New Balance non è noto. Molti utenti non hanno però apprezzato questa presa di posizione e hanno deciso di fare un gesto dimostrativo: sono decine i tweet corredati da immagini e video, in cui si vedono scarpe incendiate, gettate nel cestino o danneggiate.

New Balance ha postato un messaggio su Twitter in cui afferma le sue convinzioni, pur evitando di rispondere direttamente alle sue proteste:

2x1000 PD

“Crediamo nella comunità, crediamo nell’umanità. Dalle persone che fabbricano le nostre scarpe alle persone che le indossano, crediamo nell’agire con il massimo dell’integrità”.

Il messaggio prosegue spiegando che

“New Balance e migliaia di dipendenti in tutto il mondo si impegnano costantemente per migliorare la nostra comunità locale. L’abbiamo sempre fatto e sempre lo faremo”.

To Top