Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Paolo Di Canio spiega il pressing al campetto: “A Messi je dovete…”

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

ROMA – Paolo Di Canio spiega il pressing al campetto: “Così marcate pure Messi”. L’ex attaccante della Lazio e opinionista televisivo, impegnato in una partita amatoriale, spiega ai suoi compagni come contrastare gli avversari. Un’appassionata lezione di gioco che “vale contro chiunque, anche contro Messi, je dovete sta attaccati”.

Di Canio, ex stella della Lazio e attualmente popolare opinionista sportivo sospeso da Sky per aver mostrato il tatuaggio con la scritta “Dux” in bella evidenza, ha di recente scritto pubblicamente agli ebrei italiani per prendere le distanze da idee razziste o antisemite. “Sento di dover tornare su un argomento che pensavo di avere già chiarito in passato: non ho e non voglio avere niente a che spartire con idee antisemite, razziste, discriminatorie, violente. Ritengo, senza se e senza ma, che le leggi razziali volute da Mussolini siano state una terribile infamia per la storia del nostro Paese. Un’infamia che causò un’immane tragedia per migliaia di ebrei in Italia. Questa è la mia posizione convinta e determinata”.

Immagine 1 di 5
  • Di Canio scrive agli ebrei: "Non sono razzista, leggi razziali infamia"Di Canio scrive agli ebrei: "Non sono razzista, leggi razziali infamia"
  • Paolo Di Canio scrive a Comunità ebraica: "Leggi razziali un'infamia, non sono antisemita" (Ansa )
  • Paolo Di Canio su Sky a maniche corte. Ma quel tatuaggio Dux fa discutere
  • (foto Ansa)
  • Totti e Di Canio durante il derby di andata 2004-05
Immagine 1 di 5


PER SAPERNE DI PIU'