blitztv

YOUTUBE Parma, autista del bus linciato dagli immigrati: calci e pugni in faccia

YOUTUBE Parma, la furia degli immigrati. Linciato l'autista dell'autobus

Parma, la furia degli immigrati. Linciato l’autista dell’autobus

PARMA – Aggressione a Parma. Un’autista del bus riprende gli insulti del gruppo di migranti. Poi l’irruzione sul mezzo e il pestaggio con calci e pugni.

Nel primo pomeriggio di ieri, 29 agosto, a bordo di un mezzo della Tep, l’azienda di trasporto locale, un gruppo di ragazzi di colore è chiuso fuori dal mezzo: sono sette individui, tra cui due donna. Sbattono i pugni contro il vetro della vettura e insultano ripetutamente il conducente che si è barricato all’interno per evitare il peggio.

“Pezzo di merda”, urla uno dei ragazzi all’esterno. Un altro colpisce ripetutamente il parabrezza, minacciando l’autista di riempirlo di pugni. Un avvertimento che in pochi minuti diventerà realtà.

Non è ancora chiaro, scrive Today, cosa abbia scatenato la rabbia senza limiti del gruppo di immigrati. Forse un diverbio sui biglietti, ma non risultano conferme. Di certo ci sono solo le immagini, che sono come un pugno allo stomaco per chi da anni chiede maggior sicurezza per conducenti e passeggeri nei trasporti pubblici.

Per documentare quei momenti di pura follia l’autista ha registrato un video di qualche minuto. I migranti sembrano incontrollabili, vorrebbero raggiungere il conducente per fargliela pagare. Un cittadino, rimasto anche lui all’esterno del bus, prova a riportare alla calma. “Stai zitto o ti spacco la faccia”, lo attacca uno dei ragazzi ben vestito e in camicia bianca.

Due migranti cominciano a forzare la porta dell’autobus intenzionati ad entrare ad ogni costo. “Non può fare il video”, urla una delle ragazze con i capelli rossi. I suoi amici hanno gli smartphone in mano e picchiano ripetutamente contro il vetro che comincia ad ondeggiare.

Pochi istanti dopo riescono a sfondare la porta. Sale a bordo un giovane che si avventa sull’autista e lo colpisce con una raffica di pugni al volto. L’autista prova a difendersi sferrando due calci in direzione dell’aggressore.

To Top