Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Polizia caccia lesbica dal bagno delle donne: “Sei un uomo, esci”

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

NEW YORK – Una ragazza lesbica è stata cacciata da un bagno delle donne. Un gesto di discriminazione che è stato perpetrato da due agenti della polizia, un uomo e una donna, che le hanno detto: “Sei un uomo, esci dal bagno”. La ragazza, dall’aspetto effettivamente mascolino, ha continuato a dire di essere una donna e ha cercato di spiegarlo agli agenti, che l’hanno presa di peso e portata fuori di peso senza nemmeno controllarle i documenti per accertarsi di quanto diceva.

La storia di discriminazione arriva da un locale nel North Carolina, negli Stati Uniti, dove la ragazza lesbica si era messa in fila con altre donne. Un cappellino con visiera portato rovesciato, una felpa larga, niente trucco e capelli corti. Un’apparenza un po’ mascolina, troppo mascolina per i due agenti di polizia che l’hanno avvicinata e le hanno chiesto di uscire dal bagno delle donne.

Inutile il tentativo della giovane di spiegare che era una donna. “Sono una femmina, cosa volete?”, ha continuato a ripetere agli agenti che l’hanno allontanata dal bagno del locale portandola via di peso.


PER SAPERNE DI PIU'