Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE poliziotto salva neonata chiusa in auto ma scopre…

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

ROMA – Una neonata lasciata chiusa in auto, in un parcheggio assolato. La polizia interviene sollecitata dai passanti, spacca il finestrino dell’auto per mettere finalmente in salvo la bimba che sembra priva di conoscenza ma scopre che…è una bambola. Sì, una di quelle bambole artistiche che sono esatte riproduzioni di bambini veri, ma ovviamente fatte di plastica. E’ la curiosa storia che viene dagli Stati Uniti, precisamente da Keene, New Hampshire. Ne parla Il Messaggero:

Dopo aver ricevuto l’allarme telefonico di un cittadino, un agente di polizia si è subito recato nel parcheggio all’aperto di un centro commerciale per salvare la vita di una bimba rimasta chiusa dentro un’auto, sotto il sole rovente. Jason Short, questo il nome del poliziotto, che vive e lavora nella cittadina di Keene, nel New Hampshire, aveva raggiunto così la vettura ed aveva notato la bambina avvolta in una coperta con una bottiglietta d’acqua accanto.

Il poliziotto si dà subito da fare: rompe il vetro dell’auto, estrae la piccola e cerca di rianimarla. Ma l’amara scoperta che sa di beffa: si trattava di una bambola. Molto realistica, ma pur sempre una bambola. La proprietaria dell’auto, rintracciata, ha spiegato che si è affezionata a quella bambola dopo la perdita del figlio, avvenuta nel 2005 per un male incurabile.

Initialize ads

L’agente Short è conosciuto anche per un altro motivo. Nel novembre scorso nel college di Keene ha fatto un discorso pubblico il candidato repubblicano Ben Carson. Le misure di sicurezza furono notevoli, con agenti dei servizi schierati insieme alla polizia locale, tra cui anche l’agente Short, per evitare manifestazioni di protesta da parte degli attivisti. Uno di loro con la telecamera filmò le minacce ricevute.


TAG: ,

PER SAPERNE DI PIU'