Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE “Possessione demoniaca di massa”: giocano a CharlieCharlieChallenge e…

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

QUIBDO’ – “Possessione demoniaca di massa“: secondo quanto riportato dal DailyMail, in una scuola di Chocó, in Colombia, 22 studentesse tra i 12 e i 15 anni sono state soccorse mentre urlavano e si contorcevano a terra nello stesso momento. Le giovani sono convinte di essere state vittime di qualche stregoneria, dopo aver fatto una partita a CharlieCharlieChallenge, gioco “satanico” di origine messicana. I medici che le hanno visitato non hanno riscontrato alcun tipo di malattia, intossicazione o uso di sostanze allucinogene, tanto che poco dopo l’attacco sono tornate alla normalità.

Al di là di quelle che sono le credenze popolari, ben radicate in questa parte della Colombia, una delle spiegazioni possibili è che abbiano avuto un attacco isterico di massa, che si manifesta quando un gruppo di persone è convinto di essere affetto dalla stessa patologia o disturbo. Intanto il sindaco del di Chocó, Deyler Camacho, ha parlato con gli abitanti dei villaggi della zona, chiedendo loro di mantenere la calma. Un pastore locale ha anche iniziato a pregare per porre fine alla presunta stregoneria.

Come si gioca a CharlieCharlieChallenge? Semplice: bisogna avere un foglio e due matite, che vanno posizionate sopra di esso in modo perpendicolare come a formare una croce. Nei quattro quadranti del foglio bisogna scrivere in modo alternato “si” o “no”. Quando la matita che si trova nella parte superiore inizia a ruotare, cadendo su una delle parti, questo è segno che lo spirito di Charlie si è manifestato, indicando la sua risposta a una domanda fatta da chi lo interroga. La matita sembra muoversi da sola, ma in realtà, come hanno spiegato gli scienziati, si tratta di un fenomeno tutt’altro che soprannaturale, bensì il manifestarsi della forza di gravità. Insomma, un’apparente seduta spiritica in miniatura, che non ha niente a che fare con il paranormale.


PER SAPERNE DI PIU'