Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Referendum, Giuliano Cazzola: “Con Beppe Grillo bisogna prendere le armi”

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

ROMA – “Credo che con Beppe Grillo bisogna prendere le armi in qualche modo. Anzi guardi io mi auguro che ci siano i carabinieri che facciano un colpo di Stato il giorno in cui vincerà le elezioni Beppe Grillo”. L’attacco arriva da Giuliano Cazzola, economista, ex sindacalista e politico, con un passato prima nella Cgil, poi nel Popolo delle Libertà e quindi in Scelta Civica di Mario Monti.

Intervenendo al programma “L’Aria che Tira”, condotto su La7 da Myrta Merlino, in una puntata sul referendum costituzionale del 4 dicembre, Cazzola ha criticato la riforma costituzionale firmata dalla ministra Maria Elena Boschi: “Il combinato disposto tra la legge elettorale e la riforma costituzionale è un modo per aprire la strada al potere assoluto di Beppe Grillo. Come se Giovanni Malagodi, Turati, De Gasperi, Sturzo prima del fascismo avessero votato la Legge Acerbo, avessero fatto le riforme fatte poi nel fascismo. Almeno Mussolini ha dovuto farsele da solo”.

E quando la conduttrice gli ha fatto notare che vota no proprio come Grillo, Cazzola ha risposto: “La cosa che mi fa incazzare di Renzi è che mi fa votare come Beppe Grillo”.

 


PER SAPERNE DI PIU'