Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Robert De Niro su Donald Trump: “Ora dovrò trasferirmi in Molise”

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

NEW YORK – “Con la vittoria di Donald Trump probabilmente dovrò trasferirmi in Molise”: Robert De Niro non ha mai amato Trump, ha sempre sostenuto Hillary Clinton e adesso, dopo la vittoria del tycoon, è a dir poco arrabbiato.

Ospite dello show tv di Jimmy Kimmel, l’attore, di origine italiana, ha commentato scherzando l’esito delle elezioni. De Niro, che aveva usato parole durissime contro Trump durante la campagna elettorale, ricorda le origini della sua famiglia “a Ferrazzano, vicino Campobasso, in Molise” e sottolinea di avere la cittadinanza italiana: “Probabilmente ora dovrò trasferirmi lì”, ha detto. Poi, quando il conduttore gli ha ricordato che aveva detto di voler prendere a pugni Trump, ha precisato: “Non posso farlo ora, è il presidente. Ho rispetto per la sua carica…”. Ma poi ha aggiunto: “Forse Obama può farlo”.

Già nelle settimane precedenti alle elezioni De Niro aveva duramente attaccato Trump. La star hollywoodiana, in un video diffuso in campagna elettorale, aveva definito senza mezzi termini il tycoon “cane, maiale, truffatore”. Gli strali dell’attore, tagliati in origine da un spot elettorale, sono comunque finiti sul web. “E’ così stupido. E’ un cane, un maiale. Un artista della stronzata, un disastro nazionale”, tuona De Niro nel video, visibilmente contrariato. E ancora: “Mi fa arrabbiare il fatto che questo Paese sia arrivato al punto di consentire a quest’idiota di arrivare sin qui”. E poi aggiunge: “Dice che prenderebbe la gente a pugni in faccia. A me piacerebbe prenderlo a pugni”. Per poi chiosare: ‘E questo genere di persona che vogliamo presidente? Penso di no”.


PER SAPERNE DI PIU'