Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Samsung Galaxy 7 le esplode in mano nella caffetteria

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

WITHAM – Un’ insegnante britannica di 3o anni ha rischiato di essere uccisa dal suo Samsung Galaxy 7. Lo smartphone le è esploso in mano dopo essersi surriscaldato in maniera anomala. Sarah Crockett si è salvata da un’ustione che poteva avere gravi conseguenze lasciando cadere a terra il telefonino, all’interno della caffetteria in cui si trovava a Witham, nell’Essex inglese.

La giovane mamma di due figli era con il marito Matt di 29 anni. Ad un certo punto, al donna ha notato che il suo telefonino acquistato tre mesi fa era troppo caldo e lo ha gettato a terra. In quell’istante, il telefonino chei n quel momento non era in carica è esploso.

“L’ho fatto cadere sul tavolo. Nel giro di pochi secondi c’era fumo dappertutto e il sono uscita di corsa in strada”. In pochi istanti il telefonino si è squagliato ed ha lasciato una serie di interrogativi legittimi alla madre:” E se fosse stato nelle mani di uno dei miei figli? E se fosse esploso mentre guidavo?”

l’involucro che racchiude il telefonino era carbonizzato ed aveva le bolle. A raccoglierlo è stato un membro del personale della caffetteria che ha utilizzato un panno umido. Anche negli Usa ci sono state varie segnalazioni di Samsung esplosi. Il Note 7 dal valore di quasi mille dollari è stato anche ritirato dal commercio dopo che l’azienda coreana ha scoperto che prendeva fuoco durante la carica. Non è noto se la Crockett abbia chiesto o meno un rimborso alla Samsung. Probabilmente lo avrà fatto, anche perché il telefono, come scrive il Daily Mail citando il sun che per primo ha diffuso la notizia,  aveva solo tre mesi di vita.

Immagine 1 di 3
  • Samsung Galaxy 7 le esplode in mano nella caffetteria 2
Immagine 1 di 3

 

Initialize ads


PER SAPERNE DI PIU'