Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE San Diego, polizia uccide nero malato di mente. Manifestano in 200

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

SAN DIEGO – L’uomo afroamericano ucciso dalla polizia a El Cajon, alla periferia di San Diego, soffriva di disturbi psichici: lo ha detto la sorella alla polizia, ha riferito il capo della polizia locale Jeff Davis. In serata, intanto, circa 200 persone hanno protestato contro l’uccisione dell’uomo, che secondo alcuni amici di famiglia si chiamava Alfred Orlango e aveva 30 anni, riporta l’edizione online del San Diego Union Tribune.

Sempre secondo gli amici di famiglia, l’uomo ha avuto un crollo mentale che lo ha portato ad avere un comportamento imprevedibile pochi minuti prima di essere ucciso. Sembra infatti che la polizia abbia ricevuto diverse segnalazioni poco dopo le 14:00 di ieri (le 23:00 in Italia) di una persona che agiva in modo strano e camminava tra il traffico. Quando gli agenti lo hanno rintracciato, l’uomo si trovava dietro un ristorante e agli ordini dei poliziotti ha reagito estraendo un oggetto non identificato dalla sua tasca e glielo ha puntato contro tenendolo con entrambe le mani.

Immagine 1 di 12
  • San Diego, polizia uccide nero malato di mente
Immagine 1 di 12


PER SAPERNE DI PIU'