Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Schianto aereo Colombia, audio pilota: “Siamo senza carburante”

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

SAN PAOLO – “Signorina, Lima May India è in avaria totale, avaria elettrica totale, senza carburante”. Sono le parole del comandante Miguel Quiroga, alla cloche del volo della LaMia poi precipitato in Colombia lunedì notte. E’ quanto si sente in questa registrazione audio tra la cabina di pilotaggio e la torre di controllo dello scalo di Medellin.

Il controllore di volo, dopo aver informato che la pista “è libera e operativa” e che i vigili del fuoco sono “avvisati”, avrebbe chiesto la posizione e l’altezza dell’aereo non ottenendo più risposta.

“Siamo in fase di avvicinamento, sollecitiamo la priorità di avvicinamento. E’ stato riscontrato un problema di carburante”: inizia con queste parole la comunicazione alla torre di controllo dell’aeroporto di Rionegro, a 40 chilometri da Medellin, il dramma del volo che trasportava i giocatori della Chapecoense.

Pochi secondi dopo, il silenzio. Nello schianto dell’aereo moriranno 71 passeggeri. Sono sei i sopravvissuti. Una di loro, l’hostess Ximena Suarez, ha raccontato che “le luci si sono spente poco prima dell’impatto. Non mi ricordo altro”. Il suo collega Erwin Tumiri ha raccontato di essersi salvato per aver rispettato le procedure di emergenza. “Molti si sono alzati dai loro posti in preda al panico, gridando. Io sono vivo perché mi sono messo in posizione fetale, con una valigia in mezzo alle gambe, come prevede il protocollo di sicurezza in caso di incidenti”, ha raccontato.

Oltre ai due componenti dell’equipaggio della piccola compagnia aerea boliviana Lamia, sono sopravvissuti anche i calciatori della Chapecoense Alan Ruschel, Jackson Follmann, Hélio Neto e il giornalista Rafael Henzel, tutti ricoverati in gravi condizioni. Il secondo portiere Follman ha subito l’amputazione di una gamba.

 


PER SAPERNE DI PIU'