Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Scimmie usano pietre come facevano gli uomini preistorici

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

BRASILIA – In Brasile, alcune scimmie selvatiche sono state avvistate mentre tentavano di rompere alcune pietre nello stesso modo usato dagli uomini preistorici.

I nostri antenati, però, realizzarono che le schegge di pietra potevano essere usate come strumenti per tagliare e raschiare, mentre sembrerebbe che le scimmie tentassero di estrarre dei minerali.

La scoperta potrebbe far luce su come i primi esseri umani, insieme ai loro antenati, abbiano capito come produrre degli strumenti in pietra; si intravede, inoltre, la possibilità che alcuni degli strumenti attribuiti agli antenati umani, in realtà vennero creati dalle scimmie.

Tomos Proffitt, capo ricercatore della Scuola di Archeologia della Oxford University, ha detto: “Negli ultimi dieci anni, gli studi hanno dimostrato che l’uso e la produzione intenzionale di strumenti taglienti non era necessariamente collegata ai primi esseri umani, nostri parenti diretti, ma venivano invece usati e prodotti da un ampio gruppo di Hominini. Tuttavia, questo studio fa un passo avanti nel dimostrare che, i primati moderni, sono in grado di produrre schegge ed altri strumenti in pietra con le stesse caratteristiche di quelli prodotti dagli Hominini. Ciò, in ogni caso, non significa che il primo materiale archeologico, rinvenuto in Africa, non fosse fatto da ominidi”.

I cebi striati o cappuccini barbuti, sono scimmie studiate al Parco nazionale Serra da Capivara, in Brasile. Le singole scimmie sono state viste martellare ciottoli di quarzite su altre pietre, incorporate in una parete rocciosa.

Nel corso della battitura, la pietra che fungeva da “martello” si è rotta diverse volte; le scimmie, allora, raccoglievano le parti rotte per utilizzarle come nuovi “martelli”. Il team di ricercatori non sa ancora spiegare il perché di questa attività, ma suggerisce che potrebbe essere un tentativo di estrarre dalle pietre il silicio in polvere, un minerale altamente nutriente.

Un’altra ipotesi, avanzata dagli scienziati sulla rivista “Nature”, è quella che stessero cercando dei licheni, anche questo un elemento assai nutriente come pasto. In ogni caso, le scimmie non hanno mai utilizzato gli strumenti per tagliare o raschiare oggetti.

“La comprensione delle nuove tecnologie adottate dai primi antenati, aiuta a plasmare la nostra visione dell’evoluzione umana. Gli strumenti in pietra utilizzati come utensili da taglio, sono una parte fondamentale di quella storia. La scoperta che alcune scimmie siano in grado di produrre lo stesso risultato, pone dei dubbi sulla nostra idea di comportamento evolutivo” ha spiegato il co-autore dello studio, Michael Haslam, della Oxford University.